Oggi a Parigi si sono aperti i lavori del tanto atteso summit sul clima, 13 giorni in cui scienziati e politici di tutti i Paesi del pianeta si confronteranno, discuteranno e ascolteranno le ultime relazioni degli studiosi per decidere le sorti dell’umanità, minacciata da possibili sconvolgimenti climatici causati dall’eccessiva presenza di gas serra in atmosfera. Durante questi febbrili giorni, tra discussioni e decisioni, verranno presi in considerazioni studi ed analisi non solo del mondo scientifico, ma anche delle organizzazioni non governative di un certo rilievo.

Ritorna l’alta pressione e con essa belle giornate e tanta nebbia al nord e su parte del centro. I mari da agitati tornano pian piano alla normalità. Anche le temperature tornano lentamente a salire, ma sempre nella media stagionale. Verso la fine della settimana l’alta pressione potrebbe cedere agli attacchi dei fronti freddi ed umidi atlantici portando sulle regioni settentrionali e su parte delle centrali cieli coperti, piogge e neve sui rilievi.

La lince pardina (Lynx pardinus) è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei felidi (Felidae) endemico della penisola iberica, per questo chiamata anche lince iberica. In parte la sua "notorietà" è dovuta, purtroppo, al fatto di essere il carnivoro europeo a maggior rischio d’estinzione; attualmente si stima una popolazione effettiva non superiore ai 150 individui!

Bastano solo due minuti e un semplice gesto, per allungare la vita: alzarsi dalla sedia ogni ora può davvero fare la differenza. A dirlo è un team di Ricercatori dell'università dello Utah, secondo i quali anche un esercizio fisico di minimo impatto può rivelarsi molto efficace nell’ abbassare il rischio di morte prematura del 33% , rispetto alla totale sedentarietà.

Ci siamo, spazzata via l’alta pressione africana, correnti umide atlantiche e più fredde provenienti dalla Norvegia entreranno prepotentemente nel Mediterraneo. Per cui le temperature scenderanno notevolmente avvicinandosi a valori più invernali che autunnali. La neve, finalmente, imbiancherà le Alpi e l’Appennino centro settentrionale. Si temono nubifragi al centro e al sud a causa di un vortice depressionario che potrà collocarsi tra il Lazio e la Sicilia. I mari saranno quasi tutti da mossi ad agitati.

Il Macrocheira kaempferi è a pieno diritto il più grande artropode oggi esistente sulla Terra ed è una specie particolarmente antica, oltre ad essere l'unico esponente vivente del genere “Macrocheira” (tutte le altre specie del genere si sono estinte da molto tempo, ritrovate solo come fossili).