La settimana inizia con un deciso miglioramento del tempo, l’alta pressione torna a conquistare le nostre regioni e cala o del tutto crolla il vento del nord che aveva fatto scendere le temperature quasi ovunque, queste invece cominciano a risalire. Tuttavia qualche residuo temporale pomeridiano è possibile sulle Alpi e Prealpi centro orientali. Residue nuvolosità e qualche pioggia anche sul medio e basso Adriatico.

Probabilmente a tutti sarà capitato di vedere almeno una volta questo particolare insetto, soprattutto durante i caldi mesi estivi, e magari di trovare il suo nido, dalla tipica forma a “mezza otre”, dietro un quadro o lo stipite di una porta (anche l’angolo protetto di libri poco usati è considerato un ottimo punto di nidificazione).

Massimo esponente di tre Associazioni storiche della città: l'AMBIENTALISTA Accademia Kronos, la CULTURALE Club per l' UNESCO Re Italo, la PACIFISTA Sandhi, l'Architetto Alberto Gioffrè, intervenuto nel corso della seduta del Consiglio Comunale aperto, ha evidenziato come "La città Metropolitana di Reggio, che ha dato origine alla stessa Italia, abbia pregevoli peculiarità nel campo culturale, archeologico, storico, naturalistico e paesaggistico" ma che esistono alcune carenze evidenti".

L’aria calda Sahariana purtroppo riuscirà a spostare verso nord, oltre le Alpi, la nostra vecchia e gradevole Alta Pressione delle Azzorre, per cui temperature in forte aumento dal sud e al nord e afa dentro le grandi città. Tuttavia l’offensiva meteo africana troverà una forte resistenza nelle zone più interne del nord con forti temporali, grandinate e colpi di vento.