Il gelo e la neve arrivati sino alla Puglia sono "un'anomalia, un evento raro", che rientra "nella normale variabilità naturale"; peraltro, "è molto difficile legare un singolo evento estremo al cambiamento climatico, il cui trend, anche in Italia, indica un progressivo aumento delle temperature e di ondate di calore, una riduzione delle ondate di freddo con inverni mediamente sempre più miti.

Ritorna il gelo artico che inizialmente investirà le regioni adriatiche e poi tutte le altre anche quelle del versante tirrenico. Neve a bassa quota dall’Emilia Romagna all’Abruzzo. Nevicate sulle Alpi orientali e su gran parte della dorsale appenninica a partire da 400 metri. Ovviamente le temperature in diminuzione quasi ovunque e i mari Adriatico e Ionio molto mossi, mossi gli altri mari.

Probabilmente a tutti sarà capitato di vedere (e sentire) varie volte le "rondini" annunciare l’inizio della primavera. Non a caso la rondine comune (Hirundo rustica) è uno degli uccelli migratori, appartenenti all’ordine dei passeriformi, più diffusi e conosciuti. Essa è una specie cosmopolita (diffusa in tutto il mondo, ad esclusione dei poli), nidifica nell'emisfero settentrionale e sverna nell'emisfero meridionale.

In Normandia, a Tourouvre-au Perche, un paese di 3400 anime, il Ministro dell’Ecologia francese Ségolène Royal, ha recentemente inaugurato la prima strada solare del mondo. Si tratta di 1 km della statale RD5, che è stata ricoperta da elementi fotovoltaici, posizionati su una sola corsia. Secondo il progetto WattWay di Colas, tale lastricatura ha il compito di generare energia per l’alimentazione di tutta l’illuminazione pubblica della cittadina.

La Nasa ha lanciato l’allarme dopo che in Antartide è comparsa una maxi crepa. Uno dei ghiacciai più grandi infatti si sta sgretolando velocemente dall’interno verso l’esterno. A rivelarlo è stata proprio la Nasa che ha postato sui social e sul suo sito ufficiale una serie di foto. La crepa si trova a Pine Island, il grande ghiacciaio che definisce la calotta antartica occidentale. Secondo i ricercatori la piattaforma si sta ritirando, portando ghiaccio verso l’oceano e fondendosi.

Con metamorfosi si intende tutta la serie di trasformazioni fisiologiche e morfologiche che vari animali subiscono (dopo lo sviluppo embrionale) per raggiungere lo stadio adulto. Essa non è esclusiva degli insetti, infatti è presente in diverse gruppi di animali (come, ad esempio, gli anfibi e svariati molluschi). Tuttavia proprio negli insetti (classe Insecta) ha raggiunto i massimi livelli di diversificazione e specializzazione.