Le Guardie Eco-zoofile di Accademia Kronos, Sezione Provinciale di Albano Laziale e VI Municipio di Roma, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, insieme per il monitoraggio del Lago Albano di Castel Gandolfo. In particolare per valutare la presenza di cianobatteri che producono la ficoeritrina (acque rosse).

il 29 marzo c.a. è partito il progetto internazionale che vede coinvolte varie Nazioni per il monitoraggio dei Laghi attraverso misurazioni negli specchi lacuali in simultaneità con il passaggio dei satelliti europei Sentinel (dedicati per il rilevamento di alcuni parametri analitici).

Per tutto il giorno (29 marzo) le Guardie Eco-zoofile di Accademia Kronos coordinate da Vincenzo Avalle e Alessandro Sebastiani, con il loro natante ecocompatibile (motore elettrico), hanno dato supporto tecnico e logistico alla responsabile scientifica del progetto dell’Istituto Superiore di Sanità, effettuando prelievi in cinque zone del lago prefissate e coordinate con il passaggio dei satelliti tramite GPS.

I prelievi sul lago hanno interessato parametri chimici quali: ossigeno disciolto, Ph, temperatura, conducibilità, conta dei cianobatteri, orto fosfato, conta dei batteri in genere. Mentre i satelliti, sul medesimo specchio d’acqua rilevavano la clorofilla di cianobatteri, ficoeritrina e scarichi fognari.

Particolare attenzione verrà data alla ficoeritrina, un pigmento rosso contenuto nei cromatofori delle alghe Rodoficee, che maschera i pigmenti normali dei cloroplasti (clorofilla e carotina) e che dà a tali piante la tipica colorazione rossa più o meno intensa. Se le cellule di tali alghe muoiono, allora si mette in libertà la ficoeritrina. (I cianobatteri producono cianotossine che possono essere dannose alla salute).
Il progetto avrà la durata di 13 mesi e vedrà sempre più il coinvolgimento delle Guardie Eco-zoofile di Accademia kronos in questo monitoraggio finalizzato alla salvaguardia e al recupero ambientale del lago Albano, successivamente il progetto prevede di coinvolgere anche il lago di Vico.

Se il progetto darà, come si spera, risultati positivi, il prossimo anno inizierà il monitoraggio di tutti i laghi europei.

 fuori bordo AK

fuori bordo AK (2)

Articoli correlati

Il Ministero dell’Ambiente ha elaborato il nuovo Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia. Tra le novità, rispetto al documento presentato nel 2017, c’è la rimozione della parte relativa agli abbattimenti controllati, che aveva scatenato accese proteste da parte delle associazioni ambientaliste, sostituite da una corposa sezione di strategie per prevenire gli attacchi dei lupi agli animali da allevamento, con nuove modalità di dissuasione attiva degli animali selvatici a tutela degli allevamenti.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.