Non ci siamo fatti intimorire, come invece è accaduto ad altre associazioni ambientali, pertanto i nostri responsabili campani, vedi Ciro Silvestri e l’avv. Edoardo Aprea, hanno chiesto di costituirsi, come Accademia Kronos, parte civile nel processo per disastro ambientale (Terra dei Fuochi) contro il Clan dei Casalesi. I magistrati di Napoli constatando la legittimità di tale richiesta, e scartando invece altre associazioni di rilievo nazionale, hanno accettato Accademia Kronos come parte offesa. Il primo dibattimento processuale si terrà al tribunale di Napoli martedì prossimo, per poi continuare per tutto il mese di aprile.
Era doveroso da parte di Accademia Kronos non essere latitante in questa grave e delicata vicenda, dove la Camorra ha trasformato uno dei territori più fertili e produttivi del mondo in una zona di veleni e di morte. I dirigenti campani e il presidente di AK non hanno paura delle intimidazioni, che già sono “timidamente” comparse, chiedono solo da parte di voi tutti, lettori e soci, di non lasciarci soli.
L’ecologia, l’impegno per un mondo più vivibile e sano sono realtà che non possono essere trattate e sviluppate in un salotto o in uno dei tanti convegni verdi, ma vissute e affrontate in prima linea, nelle strade, nei boschi, nelle aree degradate, la dove i distruttori della natura operano. Il nostro è un impegno verso i nostri figli, verso il futuro dell’umanità, sempre di più minacciato dalla bramosia di arricchirsi a spese della natura. Noi di Accademia KRONOS abbiamo accettato questa missione.

DENUNCIARE CRIMINI ECOLOGICI

Sulla base di queste esperienze giudiziarie in cui AK si è trovata come parte offesa (vedi inquinamento del lago di Vico e le aree inquinate in Campania) si offre alle nostre sezioni e ai nostri soci sparsi sul territorio nazionale, di diventare parte attiva nella difficile battaglia della legalità nel campo ambientale e della salute umana. I nostri avvocati sono a vostra disposizione….

Articoli correlati

La cerimonia si svolgerà domani (martedì 14 dicembre) alle 17.00 presso la sede della Capitaneria di Porto di Genova. Il Contrammiraglio Sergio Liardo, direttore marittimo della Liguria in rappresentanza del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, e la biologa marina Sabina Airoldi, ricercatrice dell'Istituto Tethys, riceveranno il premio di Accademia Kronos «Io faccio la mia parte».

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.