Si è celebrato in una grande manifestazione al centro Carabinieri di Roma (Caserma Salvo d’Acquisto) l’accordo ufficiale tra Accademia Kronos e l’Arma dei Carabinieri per il controllo del territorio e la difesa della nostra biodiversità. In una cerimonia gremita di associazioni ambientaliste, carabinieri, stampa e ospiti di riguardo, si è concluso un iter che andava avanti da diversi mesi per giungere alla fine ad un’intesa vincolante, della durata di almeno 3 anni, che ci vede affianco ai Carabinieri-Forestali nella lotta contro il bracconaggio, gli incendi boschivi, il maltrattamento degli animali, l’educazione ambientale e la difesa a 360 gradi dell’ambiente naturale in genere.

La firma come Accademia Kronos, su esplicita autorizzazione del presidente Franco Floris, è stata posta dall’attuale Segretario Generale Ennio La Malfa. Come primo atto di collaborazione è stata prevista l’organizzazione a Roma, verso la fine di febbraio prossimo, di una importante conferenza internazionale sui cambiamenti climatici. A Seguire corsi di perfezionamento a Cittaducale sul CITES, sulla prevenzione e lotta ai cambiamenti climatici, realizzazione di sentieri natura, ecc…

Membri del direttivo di AK presenti: Ennio La Malfa, Manuela Marchi e Francesco Pierangelini, tra le nostre guardie: Silvia Caporilli e consorte,Daniele Leoni e Alessandro Sebastiani.

Accordo CCFF e AK

Articoli correlati

Sulla base del nostro invito rivolto a soci, amici e lettori circa l’indagine per scoprire se la raccolta differenziata dei rifiuti nei comuni segua la regolare filiera, dalla porta a porta all’ente di trasformazione della materia seconda, le adesioni non sono mancate e molti hanno iniziato ad interessarsi. Pertanto volta per volta daremo i risultati. Al momento abbiamo il primo risultato che, guarda caso, interessa il comune che ospita la sede legale di Accademia Kronos. Stiamo parlando di Ronciglione in provincia di Viterbo.

Il cosiddetto Decreto clima, pubblicato il 13/12/2019 nella Gazzetta Ufficiale n. 292, rappresenta una prima misura nell’ambito degli impegni sottoscritti dall’Italia a livello internazionale. Un testo certamente migliore della prima versione, anche se permangono alcune criticità che si spera vengano presto affrontate.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.