Riportiamo l’intervista fatta al nostro presidente dal quotidiano LA STAMPA all’interno di un importante servizio.

Chiazza della Corsica a 14 miglia da Savona aperta un’inchiesta per disastro ambientale Oltre 500 metri cubi di nafta, finiti in mare dopo lo scontro tra due navi, ora minacciano il Santuario dei cetacei.

… negli ultimi giorni proprio per studiare il livello di inquinamento conseguenze che preoccupano le associazioni ambientaliste come Accademia Kronos: «La nostra – sottolinea il presidente nazionale Franco Floris – è stata l’associazione capofila che ha stimolato da subito l’istituzione del Santuario dei Cetacei. La nostra preoccupazione, non solo per la fauna, ma anche per la flora marina, è evidente. I cetacei che vivono nell’area Pelagos sono a rischio e per questo motivo, prima ancora della collisione tra le due navi della settimana scorsa, abbiamo sempre chiesto regole più stringenti e controlli continui atti a tutelare il Santuario dove vivono balene, delfini, tartarughe e altre specie animali».

Articoli correlati

Ci sono voluti più di tre mesi con relativi passaggi dei satelliti "sentinel" dell’ESA e prelievi diretti sui due laghi per concludere la fase della raccolta dati sullo stato di salute dei laghi laziali di Castel Gandolfo e Vico. Ora si tratta di trarne le conclusioni e fornire i risultati definitivi. Per sapere come realmente stanno questi laghi si è pensato di organizzare entro la fine dell’anno una conferenza stampa in un istituto prestigioso di Roma.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.