Proseguono i controlli da parte dei militari del Comando Stazione Carabinieri di Borgo Carillia e del Nucleo Provinciale Guardie Ambientali Accademia Kronos presso le aziende zootecniche, al fine di accertare la corretta gestione degli effluenti zootecnici e le modalità di smaltimento dei rifiuti prodotti.

Anche in questa circostanza è risultato fondamentale l’impiego della fluoresceina, un colorante polverulento di colore rosso, che a contatto con l’acqua assume una colorazione verde fluorescente consentendo di accertare eventuali scarichi abusivi. I controlli oltre al rispetto delle normative ambientali hanno verificato anche le condizioni di allevamento ed in particolare il rispetto della vigente normativa in materia di benessere animali. I controlli proseguiranno nelle prossime settimane al fine di garantire anche una maggior tutela dei corsi d’acqua e del mare.

Articoli correlati

Si è concluso da poco a New York il vertice sul clima organizzato all’ONU. Dopo una delle estati più drammatiche, ambientalmente parlando, degli ultimi anni, con incendi praticamente in tutte le grandi foreste del mondo (dalla Siberia all’Amazzonia, dall’Africa al Sud Est asiatico) e con gli effetti del riscaldamento globale che ormai si stanno palesando in modo macroscopico (si pensi allo scioglimento del ghiaccio artico e di quello della Groenlandia) si sperava che si potesse finalmente assistere ad un deciso cambio di marcia su queste tematiche da parte di una significativa parte dei governi. Almeno di quelli più importanti.

Apprendiamo sgomenti, dalla redazione del giornale online Versilia Today, di un'inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Lucca (P.M. Dott. Salvatore Giannino) in merito a presunti, gravissimi comportamenti delittuosi posti in essere da dodici guardie zoofile venatorie che operavano, sotto il nome di Accademia Kronos, all’interno della sezione aggregata territoriale di Lucca nell'area versiliese.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.