Il 15 maggio di quest’anno si svolgerà a Roma presso il museo delle Arti del XXI Secolo la prima edizione del Festival Internazionale “School in Motion“, promosso da MiBAC e dal MIUR.

L’obiettivo primario del festival è comunicare cultura attraverso il linguaggio dell’animazione, contribuendo alla diffusione in rete di contenuti istruttivi di libero accesso, destinati sia al mondo scolastico che extra scolastico.
Il Concorso collegato al Festival è una sfida per gli animatori a livello internazionale, che saranno invitati a realizzare cortometraggi dal contenuto educativo, collaborando con studenti, docenti e/o specialisti delle varie discipline.

I cortometraggi più meritevoli verranno premiati nell’ambito del Festival. I primi tre classificati riceveranno premi in denaro (€ 4.500 al primo, € 3.000 al secondo e € 1.500 al terzo), sarà previsto anche un quarto premio di € 1.000 dedicato al cortometraggio che ha più colpito gli spettatori/pubblico (“Premio Speciale del Pubblico”).

Oltre a ciò, tutti i cortometraggi giudicati idonei (con almeno punteggio minimo) saranno caricati su un apposito canale YouTube e resi disponibili per la fruizione delle scuole.

Ulteriori e più dettagliate informazioni sono ottenibili visitando il sito ufficiale del Festival/Concorso: School in Motion

Articoli correlati

Il Ministero dell’Ambiente ha elaborato il nuovo Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia. Tra le novità, rispetto al documento presentato nel 2017, c’è la rimozione della parte relativa agli abbattimenti controllati, che aveva scatenato accese proteste da parte delle associazioni ambientaliste, sostituite da una corposa sezione di strategie per prevenire gli attacchi dei lupi agli animali da allevamento, con nuove modalità di dissuasione attiva degli animali selvatici a tutela degli allevamenti.

In un piovoso pomeriggio di aprile nella sala conferenze del centro "mutilati di guerra" del Comune di Reggio Calabria, alla presenza dei dirigenti del Comune ospitante e di altri Comuni limitrofi, nonché con la presenza di 11 associazioni culturali, ambientaliste e della protezione civile calabrese, si è tenuto il secondo appuntamento sulle sulla storia di Accademia Kronos, il primo appuntamento era stato celebrato qualche mese prima a Spoleto.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.