Sebbene nell’articolo si prenda ad esempio il “Maratus volans” va precisato che col termine comune di “ragno pavone” non si identifica una sola specie, ma tutto un genere (Maratus) appartenente alla famiglia dei ragni saltatori (Salticidae), comprendente ben 43 specie differenti (tutte Australiane, ad eccezione del Maratus fulvus diffuso in Cina).

In Asia (nelle foreste tropicali che vanno dall’India alle Filippine) c’è un genere di rettili squamati, chiamato Draco, che presenta una caratteristica senza eguali tra i sauri odierni, la capacità di planare da un albero all’altro grazie ad un paio di ali membranose. Questa peculiarità gli ha conferito il nome comune di “drago volante”.

La Turritopsis nutricola, comunemente nota come “medusa immortale”, è un idrozoo che rappresenta un unicum nel mondo animale. Ad oggi risulta essere l’unico animale conosciuto in grado di invertire letteralmente il processo di crescita e tornare ad una fase coloniale sessualmente immatura.

Questo particolare chirottero (Craseonycteris thonglongyai), oltre ad essere di diritto il pipistrello più piccolo al mondo, è anche il mammifero più piccolo esistente insieme al mustuolo etrusco (Suncus etruscus), un minuscolo “toporagno”.

Indubbiamente di animali aventi origini molto antiche ce ne sono, un esempio possono essere gli squali che si pensa risalgano a circa 450 milioni di anni fa (periodo Ordoviciano), tuttavia nei milioni di anni questi animali hanno subito varie modifiche ed evoluzioni, in parole semplici uno squalo odierno varia sotto molti aspetti rispetto al suo antenato preistorico.

Sebbene a prima vista le Anfisbene (Amphisbaenia in latino) possano sembrare dei grossi “lombrichi” (fino a 20 cm) in realtà sono un sottordine di rettili (l’ordine è quello degli Squamati) composto da circa 190 specie divise in 6 famiglie (Amphisbaenidae, Bipedidae, Blanidae, Cadeidae, , Rhineuridae, Trogonophidae).