avatar Articles by: Gabriele La Malfa

Il merlo comune

Il merlo comune

@AMBIENTE, SCIENZA 15 luglio 2017 at 8:36 0 comments

Probabilmente pochi sanno che in origine il merlo era un uccello completamente bianco, tuttavia il 29 gennaio di un anno particolarmente freddo si rifugiò all’interno di un camino per riscaldarsi. Ne uscì dopo tre giorni scampato dalla morsa del gelo, ma col piumaggio diventato totalmente nero a causa della fuliggine. Da quel giorno il merlo cambiò livrea e i freddi giorni del 29-30-31 gennaio vennero chiamati, in riferimento a tale accadimento, i “giorni della merla”.

Read more ›
S.O.S. cani abbandonati

S.O.S. cani abbandonati

@AMBIENTE, CRONACA 10 luglio 2017 at 10:24 0 comments

Ogni anno si stima che nel periodo estivo vengano abbandonati circa 50 mila cani e 80 mila gatti, di cui una buona percentuale (soprattutto dei cani) muore per stenti o travolti sulle strade. Solo lo scorso anno in Italia sono stati censiti più di 700 mila cani randagi. Alcuni di questi hanno trovato nuovi e degni padroni, altri sono finiti nei canili, ma la maggior parte è morta.

Read more ›
Il porcellino di mare

Il porcellino di mare

@AMBIENTE, SCIENZA 30 giugno 2017 at 10:31 0 comments

Com’è facilmente intuibile, Il porcellino di mare (genere Scotoplanes), sebbene nella forma e nel colore ricordi in parte un maiale, ha ben poco da condividere con i mammiferi terrestri della famiglia dei suidi. Esso è un’oloturia, ossia un cetriolo di mare. Le oloturie (Holothuroidea) sono una classe di echinodermi, il phylum che comprende anche le stelle e i ricci di mare.

Read more ›
I formichieri squamosi

I formichieri squamosi

@AMBIENTE, SCIENZA 23 giugno 2017 at 15:50 0 comments

I pangolini, conosciuti anche col nome di formichieri squamosi, sono gli unici mammiferi viventi appartenenti all’ordine dei folidoti (Pholidota), tutti riuniti nella famiglia dei manidi (Manidae). Sono i soli mammiferi conosciuti ad avere il corpo ricoperto da scaglie cornee (che ricordano quelle dei rettili) formanti una sorta di corazza protettiva.

Read more ›
La libellula

La libellula

@AMBIENTE, SCIENZA 9 giugno 2017 at 18:53 0 comments

Comunemente si identificano come “libellule” tutti gli insetti appartenenti all’ordine degli odonati (Odonata), in realtà, più correttamente, tale nome è proprio del genere “Libellula”.
Il termine libellula deriva dal latino “libra” (bilancia), questo, probabilmente, perché le ali tenute orizzontali e livellate fra loro ricordano i bracci di una bilancia.

Read more ›
Il topo canguro pallido

Il topo canguro pallido

@AMBIENTE, SCIENZA 27 maggio 2017 at 11:57 0 comments

Il topo canguro pallido (Microdipodops pallidus) ad un primo sguardo può apparire come una sorta di bizzarro incrocio tra un topo ed un canguro. In realtà, a dispetto del nome, col marsupiale australiano condivide ben poco, in pratica solo il tipo di andatura bipede a salti. Diversamente è più strettamente imparentato con i topi, infatti è un mammifero (placentato) roditore facente parte della famiglia degli eteromiidi (topi dalle tasche e ratti e topi canguro).

Read more ›
Le questioni di “cuore” nei vertebrati

Le questioni di “cuore” nei vertebrati

@AMBIENTE, SCIENZA 13 maggio 2017 at 10:02 0 comments

Tutti i vertebrati, ossia il subphylum di animali cordati che possiedono una struttura scheletrica ossea e/o cartilaginea, possiedono un apparato circolatorio chiuso che, attraverso il sangue, porta alle cellule dell’organismo gli elementi necessari al proprio sostentamento. L’organo centrale di tutto l’apparato, quello che costituisce l’elemento propulsore del sangue, è il cuore.

Read more ›
Un poco conosciuto anfibio apode

Un poco conosciuto anfibio apode

@AMBIENTE, SCIENZA 6 maggio 2017 at 13:17 0 comments

La cecilia messicana (Dermophis mexicanus), sebbene a prima vista possa apparire come un “grosso lombrico” o uno “strano serpente”, è un anfibio appartenente al poco noto ordine dei gimnofioni (o apodi)*, un piccolo gruppo di anfibi sotterranei privi di zampe.

Read more ›
Il gabbiano reale mediterraneo

Il gabbiano reale mediterraneo

@AMBIENTE, SCIENZA 28 aprile 2017 at 18:08 0 comments

Tra le specie opportuniste (ossia quelle di animali ad alta valenza ecologica, che meglio di altre si adattano a disparate condizioni ambientali) i gabbiano sono, probabilmente, tra gli esponenti più significativi, almeno nell’ambito degli uccelli (classe Aves). Ad ogni modo va precisato che, in realtà, col termine gabbiano (Larinae) non si identifica una singola specie, ma tutta una sottofamiglia appartenente alla famiglia dei laridi (Laridae).

Read more ›
Il piranha rosso

Il piranha rosso

@AMBIENTE, SCIENZA 15 aprile 2017 at 12:49 0 comments

Spietati e voraci predatori, con un insaziabile appetito per la carne, letali per qualsiasi animale (o persona) abbia la sventura di entrare in acqua in loro presenza. Tale, nell’immaginario comune, la tipica figura che si associa ai piragna. Questa raffigurazione, se non proprio mendace, è comunque molto caricata. In realtà le principali prede dei piragna sono altri pesci e piccoli animali acquatici, solo raramente (e in caso di penuria di cibo) aggrediscono grandi animali.

Read more ›