CRONACA

La sentenza di Brescia è una grande vittoria, un traguardo di straordinaria importanza. Soddisfa perché riconosce la colpevolezza di 3 imputati su 4, la sussistenza dei reati (maltrattamento ed uccisione) e quindi il principio secondo cui, anche nel contesto di massimo sfruttamento economico e per scopi asseritamente scientifici, gli animali vanno rispettati e tutelati, come prevede la legge.

Ormai è ufficiale: l'Educazione Ambientale diventerà una materia obbligatoria, dalla materna sino alla secondaria superiore, dal prossimo anno. I temi ambientali entreranno in aula, per ora durante l'insegnamento di altre materie, come geografia, scienza, arte, in attesa di imporsi con un'ora strutturale, tutta riservata a loro a partire dal prossimo anno scolastico.