CRONACA

Quello che ancora una volta è accaduto a Copenaghen nell’ultima relazione dell’IPCC (Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici), circa il rischio che il fenomeno del riscaldamento globale e degli inevitabili cambiamenti climatici, indotti in buona parte dalle attività umane, si trasformi in una macchina di distruzione di massa irreversibile, è il copione di chi non né vuol sapere niente.

La realtà non è sempre così nera, la società è in continua evoluzione e la maggior parte delle persone è migliore di quanto si pensi. Allora, per ristabilire gli equilibri, nasce questo spazio che intende dare voce a quanto di positivo accade nel mondo, ed essere un contenitore di avvenimenti che portano ottimismo, buonumore e speranza.