SALUTE

Il caso è ancora controverso. E molti studi necessitano ancora di una conferma. Ma alcuni recentissimi report, come racconta la rivista Science, sembrano corroborare l’ipotesi che le PM 2.5 , le polveri sottili, e soprattutto quella ultra sottili, di diametro inferiore a 0,2 µm, possono attaccare non solo i polmoni e il cuore delle persone particolarmente esposte, ma anche il loro cervello.

Come è emerso dalle nuove ricerche presentate nella giornata nazionale dedicata a questa diffusa patologia, la speranza di un concreto miglioramento, con l’attenuazione dei sintomi invalidanti, viene da una pianta, la Mucuna pruriens, particolarmente ricca di levodopa, il principio attivo contenuto nei farmaci alla base delle cure. Sembra proprio che, in modo naturale, questo legume sia in grado di attenuare i sintomi del Parkinsonismo.