Cerimonia per un Bosco per Kioto

Cerimonia per un Bosco per Kioto

Kioto

Scienza, cultura, arte e musica nell’ultima edizione di Un Bosco per Kyoto

Un grande successo il 26 gennaio al Campidoglio di Roma, dove Accademia Kronos ha aperto ufficialmente l’anno internazionale per le foreste decretato dall’ONU e inaugurato la 6^ edizione di “Un Bosco per Kyoto”. Per chi ancora non lo conoscesse, ricordiamo che questo premio internazionale è rivolto a uomini di scienza e a politici di tutti i continenti che meglio degli altri si sono distinti nella lotta contro la distruzione della natura. Al successo della manifestazione hanno contribuito: Piero Angela della Rai, Vincenzo Ferrara climatologo dell’ENEA e i professori dell’Università della Tuscia Anna Maria Fausto e Riccardo Valentini e Giorgio Salvatori di Rai 2.
La mattina si è aperta con una tavola rotonda dedicata al fenomeno climatico che sta sconvolgendo molte parti del globo. Purtroppo gli scienziati presenti hanno confermato che in futuro uragani, alluvioni e siccità saranno sempre più frequenti e devastanti, tutta colpa degli eccessivi gas serra presenti in atmosfera prodotti soprattutto dalle attività umane. La presenza di questi gas serra, secondo i partecipanti alla tavola rotonda, ha definitivamente modificato la macchina del tempo sul nostro pianeta. “Si può fare ancora in tempo a fermare questa dinamica distruttiva, dipende tutto dalla volontà dei potenti della terra” questa in conclusione è stata la frase finale che ha chiuso la tavola rotonda.

La manifestazione ha proseguito con il nuovo assessore all’ambiente del Comune di Roma, Marco Visconti al quale sono stati dati alcuni consigli sia da Piero Angela che da Riccardo Valentini per affrontare meglio il nuovo incarico nell’ambito della giunta capitolina. La pronipote di Garibaldi, Anita Garibaldi, ha chiuso la mattinata con un interessante serie di aneddoti e di fatti reali legati a Giuseppe Garibaldi quale difensore della dignità degli animali e dell’ambiente naturale in genere.
Il Pomeriggio si è aperto con una cerimonia alla memoria di Angelo Vassallo, sindaco di Pollica, ucciso dalla malavita locale perché contrastava l’abusivismo ed alcuni crimini ecologici nel territorio campano. Presente il figlio di Angelo Vassallo che ha ricevuto il riconoscimento e che ha ringraziato gli organizzatori di Un Bosco per Kyoto con un toccante discorso che ha commosso tutta la platea.
Subito dopo si è aperta la sezione dei premiati del Festival Musica Ambiente, altra importante manifestazione culturale e musicale che si era tenuta con successo a novembre scorso al teatro Ariston di Sanremo. Applausi a scena aperta e tanta commozione per l’esibizione del piccolo artista viterbese, Gianmarco Piccini, che ha cantato “Per un passa parola” una canzone denuncia verso i danni che l’uomo ha fatto all’ambiente naturale.
In conclusione un premio speciale è stato dato all‘Università Agraria di Bassano Romano che da un anno ha impostato la propria politica operativa nella salvaguardia della biodiversità del proprio territorio boscato e che ha ceduto 2 ettari di territorio ad AK locale per realizzare un rifugio per gli asini in via d’estinzione.
L’organizzazione della segreteria e della sala è stata curata con alta professionalità dagli studenti dell’istituto alberghiero ISIS di Ladispoli.

 

 

 

Rispondi