CLIMA IMPAZZITO

CLIMA IMPAZZITO

In Russia temperature estive e in Africa autunnali

Non finiamo mai di meravigliarci per gli incredibili fenomeni meteo estremi che anno dopo anno, a partire dal 1999, si verificano sul nostro pianeta. Purtroppo c’è ancora qualche persona che dice che è tutto regolare e che queste anomalie ci sono sempre state. Tuttavia basta analizzare situazioni meteo a partire dal 1890 fino al 1980 per rendersi conto che si, ci sono state sempre anomalie particolari ed estreme sul clima del pianeta, ma piuttosto rare, una o due ogni 5/7 anni. Oggi invece assistiamo a 4/5 anomalie climatiche ogni anno…. una bella differenza!

Iniziamo dalla Russia dove da qualche anno si registrano sia in inverno che in primavera temperature “fuori della logica”. Alcuni giorni fa nella regione di San Pietroburgo si sono registrate temperature superiori ai 34 gradi C. Mentre nello stesso giorno a Palermo, molto più a sud del pianeta, si arrivava al massimo a 28 gradi C.
La nazione dell’Est Europeo che è stata più colpita dall’eccezionale ondata di calore è stata l’Estonia, ha fatto registrare temperature mai viste, superiori di oltre 7/8 gradi rispetto alla media stagionale. Nella fredda Kunda 4 giorni fa la colonnina di mercurio è salita oltre i 33 gradi, quando normalmente in questo periodo al massimo poteva salire a 20 gradi. Anche a Tallinn si sono registrati oltre 31 gradi.

Molto più a Sud del pianeta ed esattamente nel Mali le temperature nello stesso periodo, dal 18 al 21 di maggio, sono scese in picchiata a causa di una violenta perturbazione che ha scaricato tanta di quella pioggia che normalmente cade in 4/5 mesi. Anticipando di quasi un mese la stagione delle piogge. In Tunisia nello stesso periodo una violenta tempesta di vento, pioggia ed anche grandine ha causato la morte di 3 persone. Nell’ex Yugoslavia la furia della tempesta che si è accanita soprattutto sulla Bosnia, Serbia e Croazia ha causato 51 morti e 30 dispersi e causato un milione e 600 sfollati. Un dramma secondo solo all’ultima guerra del 1995. I questi Paesi un tempesta d’acqua di queste proporzioni non si era mai verificata.

Grandinata da guinness dei primati in Brasile

Il tempo “pazzo” non coinvolge solo l’Europa e parte dell’Africa, ma anche l’America Latina, in particolare il Brasile. Domenica 18 maggio, dopo 33 giorni di assenza di pioggia, un’improvvisa e copiosa grandinata ha colpito San Paolo mandando in tilt tutto il traffico aereo, ferroviario e stradale della città. In alcune zone della città la grandine ha superato i 30 cm di spessore. Un fenomeno meteo assoluto da guinness dei primati, infatti è la prima volta, da quando sono iniziate le previsioni e le analisi meteo con sistemi scientifici, che un fatto del genere si manifestava in Brasile.

Grandinata a San Paolo

Rispondi