CLIMA IMPAZZITO

CLIMA IMPAZZITO

IN ITALIA SI RESPIRA E IN SPAGNA SI SOFFOCA

Il fronte artico che a fine settimana ci ha fatto respirare non ha raggiunto la Spagna meridionale, la quale è rimasta prigioniera “dell’inferno africano”. Quasi ovunque la colonnina di mercurio ha fatto registrare valori vicino ai 40° C. Il record spetta a Jerez del Frontera dove si sono raggiunti i 42° C. A Siviglia si sono raggiunti i 40° . Rispetto alle medie stagionali i valori sono superiori di 2/3 gradi. Situazione diversa invece nel nord della Spagna dove le temperature in molte città, soprattutto nelle Asturie, non hanno superato i 25° C. Questa situazione di “fuoco” nel sud della Spagna secondo i meteorologi è destinata a durare ancora per diversi giorni.

LA GERMANIA COLPITA DA VIOLENTE TEMPESTE
DI VENTO E DI GRANDINE

La settimana appena trascorsa sarà ricordata in Germania e in particolare nella Renania e in bassa Sassonia per la violenza degli elementi atmosferici, infatti si sono registrate grandinate eccezionali che hanno danneggiato vetture e abitazioni. Molte strade allagate sono state chiuse al traffico, interrotte per caduta dei cavi elettrici molte linee ferroviarie. Case e scuole allagate, stessa cosa per alcuni ospedali rimasti isolati a causa degli allagamenti. Un giugno meteo così violento non si ricordava da decenni. A causa dei violenti temporali e venti ciclonici molti alberi dei boschi della Germania meridionale e orientale sono caduti ed alcuni sono stati seriamente danneggiati, per questo motivo le autorità hanno vietato l’ingresso ai non addetti nei sentieri dei parchi. Percorsi naturalistici questi che verranno riaperti solo dopo il completamento delle ispezioni dei forestali e dopo aver messo in sicurezza le principali aree turistiche.
Tuttavia non solo le zone meridionali della Germania hanno subito fenomeni meteo estremi, anche il centro nord ha assaggiato questa anomalia meteorologica. A Duesseldorf per il crollo di un capannone per la furia degli elementi sono morte 3 persone, altre due nelle campagne circostanti.
Me cosa è successo? Perché questa inusitata violenza meteorologica? Semplice, le estreme manifestazioni meteo si sono avute a causa della scontro tra l’aria fresca atlantica e l’eccessivo caldo al suolo, si pensi che i primi di giugno in alcune località della Germania centro meridionale si sono superati i 36° C. – Un nuovo record. Inevitabile quindi quanto è accaduto.

Rispondi