Clima Impazzito

Clima Impazzito

Tempesta in Norvegia: venti ad oltre 180 km/h

Articolo di Massimo Aceti

Violentissimi venti da sud-ovest, collegati alla depressione presente sul Mar di Norvegia, stanno investendo Norvegia e Svezia. In Norvegia, le raffiche hanno raggiunto 184 km/h su un’isola di fronte Lodingen, nella regione del Nordland. In Svezia raggiunti i 130 km/h a Stekejakk, nel Vasterbotten.

A causa della tempesta diverse migliaia di persone sono rimaste senza energia elettrica in Norvegia, mentre ci sono diverse strade interrotte sia in Norvegia che in Svezia.
Il peggio dovrebbe essere passato, la pressione è in lieve aumento (ha raggiunto minimi sotto i 970 hPa) e il minimo si sta spostando verso est e transiterà oggi sulla Lapponia.

Le temperature, a causa dei venti forti ma miti provenienti dall’oceano, hanno subito un aumento, a Tromso la temperatura notturna ha oscillato attorno ai 9 gradi. Nei prossimi giorni sulla Scandinavia tornerà l’alta pressione.

Tempesta in Norvegia

_______________

Intense gelate tra Russia occidentale, Bielorussia e Ucraina

Articoli di Giovanni Staiano

Freddo in Bielorussia, dove dopo la forte avvezione fredda che ha causato il forte maltempo in Ucraina, l’aria fredda si è depositata nei bassi strati dando luogo alle prime forti gelate da inversione.

Giovedì 25 settembre, Bobruysr -4,7°C, Klicev -4,3°C, Orsa -3,5°C, Zitkovici -3,2°C, Vasilevici -3,1°C, Mogilev -2,6°C, Berezino -2,5°C.

Temperature in ripresa, con gelo residuo a Gorki che ha toccato -0,3°C e in qualche altra città con valori tra 0°C e -0,1°C.

Anche in Ucraina, dopo la tempesta, giovedì 30 notte sono arrivati il freddo e le prime gelate, con -3,7°C a Selyatin, -2,6°C a Teteriv e Olevsk, -1,4°C a Sarny, -1,0°C a Chornobyl.

Gelate intense, sempre giovedì 30, anche nella Russia occidentale, -5,6°C a Velizh nella regione di Smolensk, -4°C ad Holm nella regione di Novgorod. Anche in queste zone temperature in rialzo, ma ancora gelate, l’ultima notte.

Rispondi