IL SAHEL E’ AL MOMENTO LA REGIONE DEL PIANETA PIU’ TORRIDA

(di Giovanni Staiano)

Il Sahel, la regione dell’Africa sub sahariana intorno ai 10°-15° Nord, continua a fare registrare le temperature più alte del pianeta in questo periodo.
Giovedì 3 aprile l’area più calda è stata quella tra Mali, Burkina Faso e Niger, con 44,3°C a Segou (Mali), 44,0°C a Tillabery (Niger), 43,6°C a San (Mali), 43,5°C a Dedougou (Burkina F.) e Mopti (Mali), 43,4°C a Dori (Burkina F.), 43,1°C a Kita (Mali), 43,0°C a Yelimane (Mali), 42,7°C a Kayes (Mali) e Fada N’Gourma (Burkina F.), 42,6°C a Niamey (Niger).

Alcune medie delle massime di aprile, il mese più caldo dell’anno in gran parte di questa regione, in °C: Kayes 41,4°, Niamey 40,9°, San 40,0°, Kita 39,5°, Segou 39,3°.

Mercoledì 2 aprile il paese più caldo era stato invece il Sudan, con 44,5°C a Gedaref, 44,4°C ad Atbara, 44,0°C ad Abu Hamed e Kassala, 43,7°C a Sennar, 43,6°C a Karima, 43,3°C nella capitale Khartoum. Alcune medie delle massime di aprile, in °C: Khartoum 40,1°, Atbara 39,4°, Karima 38,8°, Abu Hamed 38,7°, Dongola 38,6°.

Articoli correlati

La rituale disamina della stima delle temperature medie globali dell’anno passato, mediante l’analisi dei dati grezzi e grigliati, mostra come il 2017 non abbia battuto il record stabilito un anno prima dal 2016, ma ci sia andato comunque molto vicino. Infatti, nella classifica degli anni più caldi, il 2017 si colloca al secondo posto sopra il 2015, con valore di anomalia, + 0,51o °C rispetto al periodo 1981-2010, +1o °C rispetto all’inizio del secolo.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.