Come arrivare BENE a 100 anni

Come arrivare BENE a 100 anni

Tratto dalla Rubrica “La Buona Novella” (Newsletter di AK) a cura di Daniela Rosellini

1 - Sostituire le bevande gassate con l’acqua. “Così facendo – spiega il vicedirettore del centro medico “Nuffield Health”, Auldric Ratajczak – si tagliano dalla dieta l’equivalente di 7 cucchiaini di zucchero al giorno”.

2 - Fare giardinaggio. Questo eviterebbe semplicemente uno stile di vita sedentario, riducendo il rischio di infarto e ictus, come ha evidenziato uno studio svedese pubblicato sul “British Journal of Sports Medecine”.

3 - Guardare sempre il lato positivo delle cose. Avere un atteggiamento positivo, non solo aumenta l’aspettativa di vita, ma agisce da cuscinetto contro le malattie.

4 – Tostare poco il pane. I cambiamenti chimici degli alimenti si verificano quando la tostatura, la cottura, e la frittura danno luogo alla formazione di acrilamide, una sostanza che si può formare durante la cottura di alcuni cibi e che è collegabile al cancro.

5 - Condire gli alimenti con rosmarino. Secondo uno studio condotto su 300 centenari, il rosmarino potrebbe essere il segreto per vivere a lungo. L’erba aromatica, comunemente usata in cucina dal gruppo di pensionati, sembra averli anche preservati da malattie cardiache e dal morbo di Alzheimer.

6 – Fare brevi camminate a piedi. “Inserire 30 minuti di camminata nella propria routine quotidiana, cinque giorni a settimana, è l’equivalente di 14 maratone in un anno – spiega il dottor Ratajczak – Questo esercizio può aggiungere tre anni e mezzo all’aspettativa di vita”.

7 - Scegliere la strada panoramica. Passeggiare lungo le strade principali in città fa male quanto il fumo per via del forte inquinamento atmosferico.

8 – Aggiungere qualche foglia di spinaci a insalate e panini. Mangiare gli spinaci ogni giorno può far ringiovanire il cervello di 11 anni. Secondo i ricercatori della Rush University di Chicago, i pensionati che mangiano spinaci assieme ad altre verdure a foglia verde tendono a rimanere più lucidi nel tempo. Forse per la presenza di vitamina K, acido folico e coloranti naturali come luteina e beta-carotene.

9 – Ridere. Sembra banale ma farsi una risata a volte può essere fondamentale per garantire non solo il benessere mentale ma anche quello fisico. Ridere aumenta le cellule che producono anticorpi, riduce i virus e abbassa i livelli di cortisolo o “ormone dello stress”.

10 – Bere una tazza di tè al giorno potrebbe ridurre il rischio di infarto e ictus. Uno studio americano condotto su 6.200 persone ritiene che chi beve tè ogni giorno riduce del 30 per cento le probabilità di avere un arresto cardiaco, un ictus o un attacco cardiaco rispetto a quelli che non hanno mai bevuto tè.

… continua

Fonte: adnkronos

 

Rispondi