Come migliorare l’umore col cibo

Come migliorare l’umore col cibo

“Non mangio cibo mediocre, non ho pensieri mediocri”

Articolo di Peace Pilgrim (fonte: Huffington Post)

Pensate che la dieta serva solo a perdere o guadagnare peso? Ricredetevi. La parola dieta indica letteralmente “approvvigionamento quotidiano di cibo”. Abbiamo bisogno del cibo per crescere, per affrontare le nostre attività quotidiane e fare il pieno di energia.

Ma avete mai pensato agli effetti che il cibo ha sull’umore? Gli alimenti che ingeriamo possono agire sui livelli di glucosio e insulina che, a loro volta, influiscono sull’umore e sulla capacità di ragionamento.
Niente paura, sentirvi assonnati, stressati o avvertire un cambiamento nelle riserve di energia, subito dopo pranzo, è normale. Accade perché i livelli di zucchero nel sangue aumentano dopo aver mangiato e il corpo frena la produzione di orexina, una sostanza chimica che ci fa sentire “svegli”. Quando invece si è molto affamati, i livelli di zucchero nel sangue sono bassi e il cervello inizia a prendere il controllo, facendoci sentire impazienti e nervosi.

Nella relazione cibo/umore le variazioni delle quantità di zucchero sono solo l’inizio. Non bisogna dimenticare che il cibo nutre il corpo, ma anche la mente. Le sostanze che supportano l’attività dei neurotrasmettitori (agenti chimici del cervello) possono agire sulle nostre sensazioni, sui pensieri e sui comportamenti. I giusti livelli di queste sostanze sono quindi importanti per migliorare l’umore e il benessere generale .
Poiché le nostre scelte in fatto di cibo sono direttamente collegate alle nostre scelte di vita, cosa possiamo fare per controllare i nostri stati umorali? In primis, usare il cibo come una medicina per la salute mentale e il benessere generale. Le ricerche infatti evidenziano sempre di più il legame diretto tra la dieta e la mente. I cambiamenti d’umore possono guidare le nostre scelte in fatto di cibo e c’è una stretta connessione tra ciò che mangiamo e i nostri successi in campo lavorativo e nella vita privata. Quando si nutre il corpo, si nutre anche la mente.

1) Contro ansia e stress - CIOCCOLATO

Quando siamo sotto stress, tendiamo a scegliere cibi poco sani e abbiamo difficoltà a controllare cosa mangiamo, ma i grassi e lo zucchero contenuti nel cioccolato possono alzare i livelli di serotonina ed endorfine. Il cacao è una fonte di polifenoli dietetici, inoltre, i flavonoidi che contiene possono dare una sferzata di energia all’umore e alla lucidità: 30 grammi di cacao contengono 45 mg di magnesio, che agisce positivamente sull’umore. Non sorprende quindi che, quando siamo giù, la nostra scelta ricada sul cioccolato.
Per ottenere effetti benefici sulla salute è opportuno optare per il cioccolato fondente al 70/75%, ma dato che contiene anche caffeina, la dose giornaliera non dovrà superare un quadratino o poco più.

2) Difficoltà di concentrazione e confusione mentale – CAFFE’

Il caffè aumenta velocemente lucidità e concentrazione. Ma attenzione troppa caffeina può causare voglie improvvise di cibo, senso di depressione, insonnia, oscillazioni d’umore e abbassamento dei livelli di attenzione. Occorre scegliere caffè biologico e, invece di latte o panna, aggiungere olio di cocco oppure burro. I loro grassi “buoni” nutriranno anche il cervello. Poiché una tazza di caffè contiene 120 mg di caffeina, anche in questo caso, occhio alle quantità!

3) Mancanza di sonno e alimentazione eccessiva: PROTEINE e GRASSI SANI

Fonti sane di proteine sono le uova, i legumi, oppure il pesce selvatico e le carni biologiche, i semi di lino, di zucca, le verdure a foglia verde scuro e l’avocado. Queste fonti di omega 3 agiscono sulla serotonina, che regola l’umore. Si può lavorare sui livelli di serotonina anche con l’esercizio fisico.

4) Senso di stanchezza, depressione, preoccupazioni: NOCCIOLE e TE’

Le nocciole (biologiche ovviamente) sono una fonte di energia naturale e contengono nutrienti utili alla salute. Sono anche ricche di acidi grassi monoinsaturi e minerali come manganese, potassio, calcio, rame, ferro, magnesio, zinco e selenio. Contengono, inoltre, fibre alimentari che agiscono sui neurotrasmettitori.
Anche il the ha effetti benefici sulle nostre “performance” umorali: agisce sul rilassamento e sulla concentrazione. Analisi recenti hanno confermato che un umore positivo migliora le nostre capacità di risoluzione “creativa” dei problemi, ottimo quindi inserire nella routine alimentare the alle erbe o the nero. Da provare anche il the alla salvia.

Per assumere tutte le vitamine e i minerali necessari a supportare l’azione dei neurotrasmettitori, è inoltre importante scegliere cibi integrali. Ottimo supporto sono anche le tecniche di rilassamento e la meditazione. Anche solo 5 minuti al giorno possono aiutare a alleviare ansia e tensioni. Vi sentirete subito più rilassati e prenderete decisioni “più sane” durante il giorno.

cibi e alimenti

Rispondi