Fare il pieno di antiossidanti con l’uva

Fare il pieno di antiossidanti con l’uva

di Ilaria Chionetti Pininfarina (Fonte: RivistaNatura.com)

L’uva (Vitis vinifera) è il frutto della vite autunnale e appartiene alla famiglia delle Vitaceae. Si presenta sotto forma di grappolo, composto da un graspo e da numerosi acini o bacche più o meno piccoli, dalla forma rotonda o oblunga. Il colore varia dal giallo al dorato, dal viola al verde.

L’uva è uno dei frutti più decantati in fitoterapia in quanto è un vero e proprio alleato per il benessere del nostro corpo. La si può mangiare in moltissimi modi; versatile in cucina sia su piatti dolci che salati, macedonie, insalate di radicchio e indivia, formaggi e carni. Ottimo da bere è il suo succo, ma ricordate sempre di sceglierne uno fresco e naturale per un pieno di antiossidanti.

grappolo-duva

È ricca di vitamine A, B, C, ma anche di sali minerali, come potassio, ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, iodio, silicio, cloro e arsenico. Questo frutto è un vero e proprio elisir di antiossidanti e la sua buccia è ricca di tannini e polifenoli.
Diuretica e lassativa e disintossicante, l’uva è un alimento prezioso per la nostra salute e come tutta la frutta va consumata preferibilmente lontano dai pasti. Io, ad esempio, consiglio di consumarla alla mattina. Previene la ritenzione idrica nel corpo, stimola la digestione e agisce come diuretico naturale. Tuttavia non mancano alcune controindicazioni: questo frutto è “tabù” per i diabetici a causa dell’alto contenuto di zuccheri.

Rispondi