a cura di Carmine Siniscalco

… segue da parte trentaseiesima sulla contraddizione fra la corretta informazione micologica e il consumo di prodotti fungini commerciali che possono avere ripercussioni sulla salute pubblica.

Parte trentasettesima

Nella parte trentaseiesima di questa rubrica è proseguita la trattazione del fenomeno della “Micoterapia” e dei “prodotti commerciali micoterapici” completando l’approfondimento di alcuni termini usati e/o abusati nelle pubblicità dei prodotti commerciali “micoterapici”. Procediamo nella disamina di altri aspetti interessanti riferibili alla “Micoterapia” attingendo come sempre dalla letteratura di riferimento.

Sui principi attivi e le particelle scoperte in matrici ambientali:
…“le molecole trovate in matrici ambientali generalmente prendono il nome dalla matrice da cui sono estratte, se prima sconosciute”…
Ad esempio uno degli antibiotici più noti: la penicillina (o “gruppo delle penicilline”, ndr) fu isolato da prodotti del metabolismo di alcune specie di “Penicillium” nella prima metà del secolo scorso dopo che …“Fleming nel 1928 osservò che in una piastra di coltura contaminata da una muffa la crescita batterica era inibita”… anche se in precedenza …“il medico napoletano Vincenzo Tiberio già nel 1895 aveva pubblicato all’Università di Napoli uno studio sugli effetti di questa muffa che egli notò in un pozzo vicino la sua casa di Arzano (NA)”…

Formula di struttura della penicillina

Formula di struttura della penicillina.

…“Le penicilline sono antibiotici “beta-lattamici” isolati da prodotti del metabolismo di alcune specie di “Penicillium”, in particolare da “Penicillium notatum Westling” oggi noto come “Penicillium chrysogenum Thom”…

Sui principi attivi e le particelle scoperte nei macromiceti:
Alcune tra le principali molecole scoperte nei macromiceti generalmente vanno sotto il nome di “tossine fungine” e purtroppo sono conosciute anche a livello popolare per le forti ripercussioni che esse hanno sulla salute pubblica.

• … Le Amatossine o Amanitine: sono delle tossine costituite da vari polipeptidi biciclici contenuti in diverse specie di funghi “macromiceti”quali:

Genere Amanita: Amanita phalloides e sue varietà, Amanita virosa, Amanita verna, e Amanita porrinensis.

Genere Lepiota*: Lepiota brunneoincarnata, Lepiota brunneolilacea, Lepiota helveola, Lepiota pseudohelveola, Lepiota fuscovinacea, Lepiota lilacea, Lepiota subincarnata (= Lepiota josserandii), Lepiota castanea, Lepiota clypeolarioides, Lepiota citrophylla, Lepiota rufescens, Lepiota heimii.

*Vanno prudentemente considerate velenose tutte le altre specie di Lepiota di piccola taglia anche se non ci sono dati in letteratura che lo confermino.

Genere Galerina**: Galerina marginata, Galerina autumnalis, Galerina badipes, Galerina beinrothii, Galerina hydrophila, Galerina sulcipes, Galerina unicolor, Galerina helveoliceps, Galerina fasciculata.

**Studi recenti sul DNA del Genere Galerina hanno concluso per una sinonimia con Galerina marginata di Galerina autumnalis, Galerina unicolor, Galerina venenata.

Genere Pholiotina: Pholiotina filaris (Sinonimo: Conocybe filaris)…

…“Amatossine o Amanitine è un termine generico per indicare un certo numero di octapeptidi biciclici di cui α-Amanitina e β-Amanitina sono i più attivi”…
In totale di Amatossine o Amanitine ne sono state isolate nove, a cui viene dato il nome di:
α-Amanitina, β-Amanitina, γ-Amanitina, ecc.

…“Amanita phalloides oltre alle Amatossine o Amanitine contiene anche virotossine e fallotossinema queste ultimenon hanno rilevanza clinica in quantonon sono assorbitedall’organismo umano”…
…“La dose letale di Amatossine o Amanitine nell’uomo è stata quantificata in 0,1 mg/Kg di peso corporeo. È sufficiente anche un solo cappello di Amanita phalloides pari a circa 20 gr, per determinare gravi intossicazioni”…
…“Le Amatossine o Amanitine, termostabili, sono rapidamente assorbite dal tratto gastrointestinale, non subiscono alterazione metabolica nell’organismo umano, persistono in circolo per circa 36 ore dall’ingestione e sono eliminate intatte con l’urina e le feci”…
…“Nel plasma le Amatossine o Amanitine compaiono precocemente e non sono più presenti dopo 48 ore dall’ingestione, ciò è alla base dell’abbandono della “plasmaferesi” come tecnica depurativa in caso di intossicazione”…

Amanita phalloides

Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link (Foto: G. L. Parrettini- © -Archivio GMEM-AMB).

Articoli correlati

Il primo a lanciare l’idea di un micro-chirurgo introdotto nel corpo umano e trasportato dal sangue ai vari organi fu il fisico Richard Feynman. In una conferenza di fine 1959. Il futuro premio Nobel considerò la "fantasia d’ingoiare il chirurgo" come un’ipotesi realistica.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.