a cura di Carmine Siniscalco

… segue da parte trentasettesima sulla contraddizione fra la corretta informazione micologica e il consumo di prodotti fungini commerciali che possono avere ripercussioni sulla salute pubblica.

Parte trentottesima

Nella parte trentasettesima di questa rubrica è proseguita la disamina di alcuni aspetti interessanti riferibili alla “Micoterapia”. In particolare è iniziata l’analisi di quei principi attivi e particelle scoperte nei macromiceti di cui se ne conoscono con certezza le funzioni. La maggior parte di queste molecole vanno generalmente sotto il nome di “tossine fungine” e ne continuiamo la trattazione attingendo come sempre dalla letteratura di riferimento.

Segue sui principi attivi e le particelle scoperte nei macromiceti:
• …“Le Amatossine o Amanitine: sono delle tossine costituite da vari polipeptidi biciclici contenuti in diverse specie di funghi “macromiceti”….”…
…“Queste tossine provocano Sindromi a Lunga Latenza di cui la più frequente è la Sindrome Falloidea la cui tossicità è legata alla presenza di di Amatossine o Amanitine”….
…“La Sindrome a Lunga Latenza provoca una più alta incidenza di mortalità perché è l’intossicazione da funghi che può manifestarsi con una sindrome tardiva, maggiore alle 6 ore (8 – 12) ”….
…“I sintomi inizialmente possono mimare una gastroenterite di tipo influenzale, così che il paziente e lo stesso medico curante sottovalutano il rischio, ricorrendo all’ospedalizzazione tardivamente e compromettendo a volte in maniera irreparabile lo stato di salute”….

Genere Amanita: Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link e sue varietà, Amanita virosa Bertill., Amanita verna (Bull.) Lam., e Amanita porrinensis Freire & M. L. Castro.

Amanita phalloides (3)

Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

Amanita virosa

Amanita virosa Bertill. (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

Amanita verna

Amanita verna (Bull.) Lam. (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

Articoli correlati

In questi giorni di “clausura forzata” planetaria, si discute su come ridurre drasticamente l’uso dei combustibili fossili, rei di aver creato danni irreparabile all’ambiente naturale. Si pensa in grande e in piccolo, ma la soluzione più realistica resta quella grande, come già teorizzato da illustri tecnici ed esperti di tutti i continenti, cominciano a spuntare i primi esempi...

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.