a cura di Carmine Siniscalco

… segue da parte trentasettesima sulla contraddizione fra la corretta informazione micologica e il consumo di prodotti fungini commerciali che possono avere ripercussioni sulla salute pubblica.

Parte trentottesima

Nella parte trentasettesima di questa rubrica è proseguita la disamina di alcuni aspetti interessanti riferibili alla “Micoterapia”. In particolare è iniziata l’analisi di quei principi attivi e particelle scoperte nei macromiceti di cui se ne conoscono con certezza le funzioni. La maggior parte di queste molecole vanno generalmente sotto il nome di “tossine fungine” e ne continuiamo la trattazione attingendo come sempre dalla letteratura di riferimento.

Segue sui principi attivi e le particelle scoperte nei macromiceti:
• …“Le Amatossine o Amanitine: sono delle tossine costituite da vari polipeptidi biciclici contenuti in diverse specie di funghi “macromiceti”….”…
…“Queste tossine provocano Sindromi a Lunga Latenza di cui la più frequente è la Sindrome Falloidea la cui tossicità è legata alla presenza di di Amatossine o Amanitine”….
…“La Sindrome a Lunga Latenza provoca una più alta incidenza di mortalità perché è l’intossicazione da funghi che può manifestarsi con una sindrome tardiva, maggiore alle 6 ore (8 – 12) ”….
…“I sintomi inizialmente possono mimare una gastroenterite di tipo influenzale, così che il paziente e lo stesso medico curante sottovalutano il rischio, ricorrendo all’ospedalizzazione tardivamente e compromettendo a volte in maniera irreparabile lo stato di salute”….

Genere Amanita: Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link e sue varietà, Amanita virosa Bertill., Amanita verna (Bull.) Lam., e Amanita porrinensis Freire & M. L. Castro.

Amanita phalloides (3)

Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

Amanita virosa

Amanita virosa Bertill. (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

Amanita verna

Amanita verna (Bull.) Lam. (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

Articoli correlati

3000 anni fa sul frontone del tempio di Apollo a Delfi c’era scritto: “γνώθι σαυτόν” Conosci te stesso, era questa la risposta all’uomo che chiedeva di sapere chi era, da dove veniva e dove sarebbe andato. Questo è quello che abbiamo appreso al liceo, ma non ci è stato mai detto che sul frontone c’era scritto anche dell’altro e cioè: conosci te stesso e conoscerai l’universo e gli dei. Perché ci è stato "nascosto"? Forse qualcuno ha sempre cercato di nasconderci la verità e questo per essere ben indottrinati su canali prestabiliti.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.