a cura di Carmine Siniscalco

… segue da parte quarantunesima sulla contraddizione fra la corretta informazione micologica e il consumo di prodotti fungini commerciali che possono avere ripercussioni sulla salute pubblica.

Parte Quarantaduesima

Nella parte quarantunesima di questa rubrica è proseguita la disamina di alcuni aspetti interessanti riferibili alla “Micoterapia”. In particolare è continuata l’analisi di quei principi attivi e particelle scoperte nei macromiceti di cui se ne conoscono con certezza le funzioni. La maggior parte di queste molecole vanno generalmente sotto il nome di “tossine fungine” e ne continuiamo la trattazione attingendo come sempre dalla letteratura di riferimento.

Segue sui principi attivi e le particelle scoperte nei macromiceti:
• …“Le Amatossine o Amanitine: sono delle tossine costituite da vari polipeptidi biciclici contenuti in diverse specie di funghi “macromiceti”…”…

Genere Lepiota*: Lepiota brunneoincarnata Chodat & C. Martín, Lepiota brunneolilacea Bon & Boiffard, Lepiota helveola Bres., Lepiota pseudohelveola Kühner ex Hora (Sinonimo: Lepiota pseudolilacea Huijsman), Lepiota fuscovinacea F.H. Møller & J.E. Lange, Lepiota lilacea Bres., Lepiota subincarnata J.E. Lange (= Lepiota josserandii Bon & Boiffard), Lepiota castanea Quél., Lepiota clypeolarioides Rea, Lepiota citrophylla (Berk. & Broome) Sacc., Lepiota rufescens Morgan, Lepiota heimii (Locq. ex Bon) Contu (Sinonimo: Macrolepiota excoriata (Schaeff.) Wasser).

* Vanno prudentemente considerate velenose tutte le altre specie di Lepiota di piccola taglia anche se non ci sono dati in letteratura che lo confermino.

– Segue sulla trattazione di Macrolepiota excoriata (Schaeff.) Wasser e sulle specie con le quali è facilmente confondibile:

Leucoagaricus bresadolae

Leucoagaricus bresadolae (Schulzer) Bon & Boiffard [Sinonimo Leucoagaricus americanus (Peck) Vellinga] (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

…“Leucoagaricus americanus (Peck) Vellinga specie tossica, provoca la sindrome badhamica…”
…“specie tossica, che cresce nei giardini, sempre associato a residui legnosi o di segatura, con viraggi arancio-rossastri alla sezione …”

Macrolepiota mastoidea

Macrolepiota mastoidea (Fr.) Singer (Foto: C. Lavorato- © – Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB).

…“Macrolepiota mastoidea (Fr.) Singer, dal cappello tipicamente mammellonato e decorato da minutissime squame disposte in modo concentrico …”

Il continuo ripetersi sul territorio nazionale di casi molto gravi di avvelenamento da Amatossine o Amanitine presenti in funghi del Genere Lepiota di piccola taglia raccolti e consumati in ambito familiare ci impone di ricordare nuovamente ai raccoglitori occasionali di rivolgersi agli “Ispettorati Micologici” più vicini o ai “micologi” (ai sensi del D.P.R. del 14-7-95 N° 376) delle “Associazioni Micologiche” riconosciute a livello nazionale per il “riconoscimento obbligatorio” delle specie raccolte durante le escursioni in habitat.

Articoli correlati

In questi giorni di “clausura forzata” planetaria, si discute su come ridurre drasticamente l’uso dei combustibili fossili, rei di aver creato danni irreparabile all’ambiente naturale. Si pensa in grande e in piccolo, ma la soluzione più realistica resta quella grande, come già teorizzato da illustri tecnici ed esperti di tutti i continenti, cominciano a spuntare i primi esempi...

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.