Gli adolescenti che trascurano la prima colazione, saltandola o limitandosi a bere o mangiare qualcosa di dolce, corrono il rischio di avere elevati livelli di zucchero nel sangue, incorrere nella sindrome metabolica e nel diabete a partire dai 40 anni di età.

L’influenza del primo pasto della giornata dei ragazzi sulla salute in età adulta è stata studiata al dipartimento di medicina clinica e salute pubblica della Umea University, in Svezia, e lo studio è pubblicato su Public Health Nutrition. Gli studiosi hanno osservato per 27 anni lo stato di salute e le abitudini di oltre 800 soggetti, sia quando avevano 16 anni di età che a 43.

“Le cattive abitudini a 16 anni predicono la comparsa della sindrome metabolica a 43 anni, indipendentemente da altri fattori come lo stile di vita a l’indice di massa corporea – spiegano gli autori – Inoltre l’abitudine di trascurare la colazione durante l’adolescenza è connessa con un maggiore aumento di peso e un più elevato livello di glucosio nel sangue da adulti”.

colazione

Articoli correlati

In piena pandemia, all’inizio della seconda ondata con aumenti esponenziali dei casi positivi soprattutto in Europa, con valori che oscillano tra i 10.000 e 30.000 positivi al giorno, in attesa di un vaccino sicuro ed efficace, l’unica arma che ci permetterà di sopravvivere al virus, senza subire danni al nostro stato di salute, come già detto in articoli precedenti, è quello di rinforzare il nostro sistema immunitario.

Un recente articolo della scuola spagnola di Vigo comparso sul Journal of the American College of Cardiology focalizza l'attenzione sul concetto di malnutrizione liberandolo definitivamente dalla confusione con sottonutrizione: anche una persona obesa può essere malnutrita.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.