Il cibo è il farmaco insostituibile

Il cibo è il farmaco insostituibile

a cura del Prof. Luigi Campanella

Attraverso studi scientifici di alto livello si è dimostrato come il cibo sia di gran lunga il farmaco più potente a nostra disposizione, notevolmente superiore nei suoi effetti terapeutici rispetto ai farmaci sintetici. Ovviamente se utilizzato in maniera appropriata.

Fa che il cibo sia la tua medicina“. La frase di Ippocrate è nota a tutti ma ancor prima di lui egiziani e assiri avevano l’esatta percezione e conoscenza capillare delle capacità terapeutiche del cibo.
Al giorno d’oggi il campo dell’alimentazione e del nutrizionismo è divenuto terreno di scontro tra le varie correnti di pensiero: carnivori che attaccano ,vegetariani che se la prendono con i vegani e via dicendo. Bisogna partire dall’analisi degli effetti benefici degli alimenti sulla salute e sugli stati patologici, tenendo conto dell’apporto biochimico e dei principi attivi in essi contenuti, dei cofattori che ne permettono l’utilizzo, dell’interazione nella combinazione degli alimenti stessi nell’ambito dello stesso pasto, delle modalità di cottura e infine dell’azione diretta dell’alimento sui singoli organi e apparati del corpo.

Nelle malattie metaboliche e nelle malattie croniche, spesso il vero farmaco è il cibo, che si dimostra capace di apportare tutti i principi nutritivi che possono mettere in grado le cellule, i tessuti, gli organi e gli apparati del nostro organismo, di approntare le difese e di circoscrivere il danno metabolico causato dalla malattia cronica.

alimenti biologici

Rispondi