Si sono da poco concluse le consultazioni elettorali all’interno di AK dove hanno visto nascere un Direttivo nuovo fatto di professionisti e persone molto motivate, di cui riportiamo l’elenco (ordine alfabetico):

De Nuccio Agata ( AK Verona )

Dettori Carlo ( AK Oristano )

Floris Franco ( AK Liguria )

La Malfa Ennio ( presidente dimissionario )

Marchi Manuela ( AK Spoleto )

Pierangelini Francesco ( AK Roma )

Sassi Pierluigi ( Presidente di Earth Day Italia)

Sorbini Oliviero ( già vicepresidente )

Stefanini Simonetta ( AK Firenze )

Già si avverte nell’aria la voglia di fare bene e subito. Il primo punto del nuovo Direttivo è quello di riorganizzare tutta la struttura interna, iniziando dalla segreteria nazionale, un po’ lasciata alla buona volontà di Gabriele La Malfa che, nonostante vari problemi (non ultimi economici), è comunque riuscito a tenerla insieme finora. Il nuovo Presidente punta su una sorta di organizzazione “aziendale” in cui nulla può essere lasciato all’improvvisazione e dove ogni membro del direttivo diventa responsabile di un settore specifico, che si impegna a portare avanti con serietà. In particolare il nuovo presidente ha a cuore la gestione dei tesserati e, quindi, il rilancio della campagna soci. In effetti Accademia Kronos in circa 20 anni ha fatto più di 10 mila soci, ma che poi si sono persi per vari motivi, non ultimo a causa della mancanza di una struttura interna di AK dedicata. Oggi questo non è più possibile, è necessario quindi costruire un’apposita segreteria che si dedichi con attenzione a tutti i suoi associati.

Nell’ultimo Direttivo prima dell’Assemblea nazionale è stato deliberato di creare un organo consultivo di sostegno al nuovo direttivo, formato da persone di qualità, da professionisti e da soci fedeli di AK, è nato così il “Consiglio dei Saggi”, il cui presidente è lo storico Alberto Gioffrè, ne fanno parte al momento: Antonietta Palladino, Alberto Briatore, Carlo Maria Medaglia, Carlo Sacchettoni, Carlo Santoro, ma l’elenco non finisce qui…

Articoli correlati

Davi ha oggi 67 anni è nato in Brasile in un villaggio alle sorgenti del Rio Tootobi, nello stato di Amazonas. Fu soprannominato "Kopenawa", un tipo di vespa amazzonica, per il suo coraggio e la sua perspicacia. A causa delle epidemie che si diffusero tra la tribù nel 1959 e nel 1967, la comunità di Davi fu decimata ed entrambi i suoi genitori morirono.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.