a cura di Gabriele La Malfa

Quando si pensa al più grande essere vivente presente sul nostro Pianeta si potrebbe essere indotti ad ipotizzare la balenottera azzurra (Balaenoptera musculus), 33 metri di lunghezza e 150 tonnellate di peso, o le sequoie pluricentenarie del Nord America, tuttavia così non è! Il più grande organismo vivente sulla Terra è un fungo!

La “palma d’oro” come essere vivente conosciuto più grande va, quindi, all’Armillaria ostoyae (un fungo basidiomicete), più nello specifico ad un esemplare presente negli Stati Uniti, nella Malheur National Forest dell’Oregon, il cui micelio (l’apparato vegetativo sotterraneo del fungo, formato da un intreccio di filamenti chiamati ife) si estende per centinaia di ettari!

Questo fungo si estende su 8,9 chilometri quadrati di territorio! Gli scienziati che hanno scoperto il fungo nel 2017 hanno usato il test del DNA per determinare che tutte le parti dello sviluppo del micelio fossero effettivamente segmenti diversi dello stesso organismo. Si è stimato che il fungo gigante abbia un’età compresa tra i 2000 e gli 8000 anni, e pare che i suoi corpi fruttiferi (quelli che comunemente vengono detti “funghi”) siano discretamente buoni.

Articoli correlati

Per produrre energia ci vuole acqua, per fornire acqua serve energia. Di conseguenza, poiché il 90% dell’energia termica fa uso di acqua, aumentare la produzione di elettricità del 70% (come previsto per il 2035) significa aumentare i prelievi di acqua dolce del 20%. Tra acqua ed energia c’è però una grande differenza dal punto di vista di consumi e della fornitura: per la prima non ci sono alternative, per la seconda sì.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.