EVO MORALES, MERCOLEDI’ 29 E GIOVEDI’ 30, IN ITALIA PER TENERE UNA LECTIO MAGISTRALIS ALL’UNIVERSITA’ LA SAPIENZA

Evo Morales è un leader indiscusso della Bolivia e di tutta l’America Latina, che nelle recentissime elezioni ha vinto in maniera netta. Il suo popolo lo ama profondamente, riconoscendogli di aver portato (dal 2004 ad oggi) una nazione che veniva annoverata tra le più povere del continente americano ad una tra le più ricche dell’America Latina. Il suo PIL oggi è al +7% e il livello di disoccupazione a meno del 3%. Tutto ciò è avvenuto grazie alla politica coraggiosa di Morales che non ha ceduto ai ricatti delle grandi multinazionali, che estraevano i minerali dalla ricca terra andina per concedere poi le briciole al governo boliviano. Con una serie di leggi coraggiose ha ridato alla Bolivia tutte le vaste miniere di rame, stagno, oro e altri minerali, mandando a casa imprese d’estrazione USA, cinesi e australiane. Da quel momento l’economia della Bolivia ha preso a crescere in maniera esponenziale.

Evo Morales, in pochi anni, concedendo assegni statali, ha alfabetizzato tutto il territorio andino. Con altri contributi a fondo perduto, donati alle famiglie più povere, ha consentito di aprire delle attività nel settore agroalimentare e del commercio in genere. Oltre a ciò, tra gli articoli contenuti nella costituzione del suo Paese, ha introdotto una norma vincolante: “il diritto alla natura di esistere”. Tutto ciò che contrasta con questa regola è vietato. Per questo motivo Accademia Kronos lo scorso anno conferì al Presidente Morales il premio internazionale “Un Bosco per Kyoto”. Da allora si sono susseguiti vari rapporti costruttivi tra l’associazione e i vertici della Bolivia, fino a giungere all’incontro di ieri a Roma col presidente Evo Morales e il presidente di Accademia Kronos Ennio La Malfa e il responsabile scientifico dell’associazione Roberto Minervini. Ad Accademia Kronos è’ stato chiesto di costituire un gruppo di esperti capaci di vagliare attentamente vari progetti innovativi per l’applicazione di energie rinnovabili. E’ stato ribadito, ma questo era già in un precedente accordo, di cooperare con le realtà locali nell’individuazione di aree della foresta amazzonica da destinare a zone di tutela biogenetica. Si è anche paventata l’opportunità di indagare sul vasto territorio andino per scoprire nuove vestigia di antichissime civiltà, come quella misteriose di Tiwanaku e, quindi, realizzare documentari capaci di far conoscere i misteri della Bolivia al mondo intero.

E’ nato così un rapporto di stretta collaborazione tra Accademia Kronos e la Bolivia, un’opportunità di aprire nuovi canali culturali, economici ed occupazionali.

CIMG1583

da sinistra a destra: il responsabile scientifico di AK Roberto Minervini, il presidente della Bolivia Evo Morales, il presidente di AK Ennio La Malfa

Articoli correlati

E’ quella cinese una flotta per la pesca immensa con circa 160 mila unità tra paranze piccole, medie e barche d’altura e con decine di gigantesche navi fattoria, letteralmente fabbriche di cibo galleggianti che trasformano subito il pescato in confezioni da vendere nei mercati. Queste "brave persone ambientaliste" stanno arando nel vero senso della parola i fondali marini con reti che superano anche il Km di lunghezza.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.