a cura di Franco Floris

La specie umana (Homo sapiens) non è la sola a provare emozioni, gioia e dolore. Noi di Accademia Kronos riteniamo sia fondamentale rispettare la vita e la dignità di tutti gli esseri viventi che popolano il nostro pianeta.

L’Articolo 13 del Trattato di Lisbona ha definito che gli animali sono “esseri senzienti”, decretando che l’Unione Europea e gli Stati membri debbano tenere in piena considerazione le esigenze in materia del loro benessere. Noi ci sentiamo anche di aggiungere che la vita va rispettata sotto ogni sua forma.

Forse alcune volte ci dimentichiamo che gli animali non sono oggetti, ma individui a tutti gli effetti. Il rispetto delle loro esigenze di vita e il diritto di non essere maltrattati non dovrebbero essere concessioni di persone “sensibili”, ma diritti acquisiti in quanto esseri viventi.

Dagli albori della “civiltà” l’uomo ha causato la scomparsa dell’83% di tutti i mammiferi selvatici e il 50% delle specie vegetali. L’auspicio è che la crescente sensibilità ecologica nelle persone rallenti tale tendenza o addirittura porti ad un’inversione positiva di marcia!

Pertanto Accademia Kronos è contro ogni tipo di sfruttamento degli animali per scopi di profitto, vedi attrazioni d’intrattenimento, allevamenti intensivi, animali nei circhi, sperimentazione scientifica in laboratorio (oggi praticabile senza la “necessità” di torturare essere viventi) e non ultima la caccia (attività ormai fuori della storia, l’uccisione di animali per puro divertimento rappresenta chiaramente un aspetto immorale).

Articoli correlati

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.