A cura di Michele Baldasso e Luca Loperfido (fonte: AlberoSano.it)

La Thaumetopea pytocampa, più conosciuta come processionaria del pino è un lepidottero le cui larve, a partire dai mesi tardo invernali-primaverili, escono dai nidi sui rami degli alberi e si spostano in processione verso il basso.

L’insetto attacca quasi esclusivamente il genere Pinus, provocando estesi disseccamenti della chioma delle piante attaccate. Tuttavia questo insetto non è dannoso solo per gli alberi: le larve sono dotate di peli urticanti e durante le loro migrazioni verso il terreno possono arrecare fastidiosissimi eritemi cutanei a chi ne viene in contatto, uomini ed animali domestici.

Il Decreto Ministeriale del 30 ottobre 2007 disciplina la lotta obbligatoria al fitofago nocivo, attribuendo competenze di intervento al Servizio fitosanitario solo nei casi in cui la presenza dell’insetto dovesse minacciare la produzione o la sopravvivenza del popolamento arboreo.
La normativa disgiunge quindi l’aspetto fitosanitario da quello invece legato alla prevenzione dei rischi sanitari per la salute delle persone o degli animali. In questi casi le competenze sono attribuite alle autorità sanitarie locali competenti per territorio, i sindaci dei comuni.

Nel caso di infestazioni di alberature cittadine, in parchi e giardini pubblici e privati è compito delle amministrazioni comunali di garantire interventi di profilassi secondo le modalità stabilite dal Servizio fitosanitario competente per territorio.

processionaria (2)

processionaria

Articoli correlati

Muso con un lungo rostro anteriore a forma di cazzuola e singolari mascelle protrudibili (ossia che si possono estroflettere), senza dubbio il nome di squalo goblin (squalo folletto) risulta indovinato per questo particolare animale marino.

I mantoidei (Mantodea) formano un corposo ordine di insetti pterigoti, che conta circa 2000 specie diffuse soprattutto nelle regioni a clima caldo e mite (ossia quelle tropicali e temperate). Tra tutte le specie di mantoidei la mantide religiosa (Mantis religiosa) è una tra le più comuni. In Italia è diffusa su tutto il territorio nazionale, dalle zone prealpine a quelle costiere (isole comprese).

Il 29 settembre è diventata una data nota a molti in quanto ad essa è stata dedicata una popolare canzone degli anni 60. A me piacciono le canzoni, ma da buon ricercatore, quale spero di essere, non posso non ricordare che quella data è importante per tutto il mondo per ben altro motivo, è la data di nascita di Enrico Fermi, il ragazzo di via Panisperna e Nobel per la Fisica, nato a Roma nel 1901, come si diceva, il 29 settembre.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.