Premesso che la sezione in argomento nasce per volontà di alcuni associati della Katipan A.S.D. di Manziana, un organismo sportivo e di utilità sociale che per molti anni ha sviluppato e realizzato meritevoli attività ed aventi legati al territorio, alla cultura e alle attività equestri, sia per normodotati che diversamente abili.
Numerose le attività da loro promosse dall’insegnamento dell’educazione ambientale, alla conoscenza e al rispetto degli animali, favorendo delle relazioni tra uomo ed animale utilizzate anche dalla ASL e dai Servizi Sociali per il recupero e integrazione di soggetti con disabilità e per ragazzi a rischio di emarginazione sociale.

La Katipan sviluppa le sue attività a Manziana al Centro Equestre “il Regno di Quait” in Via Poggio della Torre 122, un bellissimo sito nella verde macchia che confina con il Bosco di Macchia Grande. Le attività ippiche sono state interrotte con la crisi dal 2010 ed è rimasto l’allevamento di pochi particolari esemplari equini. La nostra idea è quella di favorire la realizzazione di una fattoria didattica, dove sviluppare e promuovere attività legate, all’ambiente scopo statutario di ACCADEMIA KRONOS.

Premesso questo si chiede la collaborazione di volontari che desiderano collaborare affinché questa ipotesi si concretizzi risistemando la struttura che da circa 6 anni e stata poco vissuta. Chiediamo a chi gradisce di vivere questa esperienza volontaria che verrà svolta la seconda settimana di ogni mese, quindi a Marzo sarà il 12 (domenica prossima).

La giornata sarà organizzata con l’arrivo alla fattoria alle 8,30, con un caffè di benvenuto,
alle ore 9,00 inizio lavori fino alle 13,00.
Alle 13,30 sarà offerto ai volontari un pranzo tipico con i prodotti della fattoria.
Per partecipare è necessario essere soci di Accademia Kronos e dare la disponibilità entro giovedì 9 Marzo a Pannacci Rossano al 328.6681425. – Il tesseramento AK si può richiedere in loco.

Articoli correlati

In data 7 agosto 2018 il personale della Capitaneria di Porto — Guardia Costiera di Salerno, nell'ambito di un'attività di controllo ambientale (disposta e coordinata da questa Procura della Repubblica con particolare riferimento ai territori attraversati dai fiumi Sele e Calore e dal torrente Cosa), ha proceduto al sequestro preventivo d'iniziativa di due aziende dedite all'allevamento bufalino ed ovino, per un totale di 180.000 mq, affidando le aree alla gestione di un amministratore giudiziario.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.