Tratto dalla Rubrica “La Buona Novella” (Newsletter di AK) a cura di Daniela Rosellini

E’ ormai noto come, a causa dei pesticidi chimici, le api siano già in forte declino… e a farne le spese sono l’ambiente, il nostro cibo e l’agricoltura. Un recente studio ha mostrato che gli insetticidi “neonicotinoidi” sono pericolosi non solo per le api, ma anche per farfalle, bombi, insetti acquatici e uccelli, con possibili ripercussioni su tutta la nostra catena alimentare.

Nel 2013, la Commissione Europea aveva proibito temporaneamente determinati usi di alcuni neonicotinoidi, ma, nel 2017, l’Europa e i Paesi membri decideranno se mantenere, estendere o annullare il bando europeo. Allora, coraggio, uniamo le nostre firme, affinché questi pesticidi vengano messi al bando, per sempre!

Per firmare: Petizione

Ape impollinatore

Articoli correlati

Ieri, domenica 12 maggio, si è concluso nella splendida sede dello storico castello di Trevi nel Lazio l’ultimo appuntamento per festeggiare gli oltre 50 anni del pensiero ecologista Kronos. Il primo incontro si è tenuto a novembre dello scorso anno a Spoleto, il secondo un mese fa a Reggio Calabria e quest’ultimo all’interno di uno dei più vasti parchi naturali d’Italia, quello dei Monti Simbruini.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.