L’anguria, un prezioso regalo dell’estate: anche la parte bianca è terapeutica

L’anguria, un prezioso regalo dell’estate: anche la parte bianca è terapeutica

di Daniela Rosellini (fonte: “Il Giornalettismo”)

Rossa, dolce e profumata, l’anguria è la vera regina dell’estate, immancabile durante una gita o alla fine di un pranzo in compagnia. Non tutti sanno però che l’anguria è anche una preziosa alleata della nostra salute perché è ricca di acqua, fibre, potassio e antiossidanti e che se ne può mangiare anche la parte bianca.

L’anguria ha più licopeni dei pomodori freschi. I licopeni sono importantissimi per il nostro benessere perché sono ricchi di antiossidanti, che bloccano i radicali liberi e aiutano il sistema immunitario. Per ottenere tutto il meglio dai licopeni dell’anguria, è consigliabile consumarla a temperatura ambiente.
Il succo dell’anguria è ottimo per chi pratica attività fisica, perché aiuta ad alleviare la stanchezza dei muscoli, e ad abbassare la frequenza cardiaca.
L’anguria è sia un frutto che una verdura, infatti appartiene alla stessa famiglia delle cucurbitacee, di cui fanno parte anche le zucche e i cetrioli. Essendo composta dal 93% di acqua, è ottima per combattere la disidratazione, una fetta di anguria, quindi, è particolarmente adatta per calmare la sete.

Ha un bassissimo contenuto calorico: 100 grammi di anguria hanno circa 16 calorie. Eppure, grazie all’acqua e alle fibre di cui è composta, è in grado di dare una sensazione di sazietà. Per questo può essere tranquillamente consumata da chi è a dieta o vuole stare leggero.
Poiché è ricca di potassio, è consigliata a chi ha problemi di ritenzione idrica, eccitabilità neuromuscolare o legati al ritmo cardiaco. Grazie alla citrullina di cui è ricca, e che svolge un’azione vasodilatatoria, l’anguria è anche considerata una specie di “viagra” naturale. Questa sostanza è però contenuta soprattutto nella parte bianca che si tende a scartare, ma che è perfettamente commestibile, benché leggermente più difficile da digerire, un po’ come i cetrioli, e del resto il sapore della polpa bianca ricorda molto quella del cetriolo.

Consumare l’anguria a cena può fare dormire meglio, perché sembra che stimoli la produzione di serotonina. Una curiosità è rappresentata dalla varietà gialla. nota come Yellow Crimson, che ha la stessa scorza verde striata di bianco, ma ha la polpa di color giallo ancora più dolce di quella rossa., con un gusto quasi di miele.

Anguria

Rispondi