E’ stata una bella manifestazione spontanea e calorosa da parte della Giunta di Amatrice e dei cittadini della martoriata Amatrice ( Il 28 luglio scorso ). Un incontro tra i nostri soci e guardie eco zoofile di Roma e la città di Amatrice. Lo scopo era quello di portare la nostra testimonianza di amicizia e solidarietà, con l’impegno di una nostra presenza attiva nelle ricostruzione. La delegazione guidata dal nostro responsabile di AK14, Daniele Leoni, ha consegnato al Sindaco di Posta, Serenella Clarice e all’assessore del comune di Amatrice, Massimiliano Rosati, nella foto, la nostra pubblicazione sulla difesa dell’ambiente e una bandiera di AK.

Gli abitanti di Nommici, una frazione di Amatrice, a conclusione della visita nelle zone terremotate, hanno offerto un pranzo all’aperto ai nostri delegati.
La Direzione di Accademia Kronos ringrazia di cuore gli Amici di Amatrice, di Posta e di Nommici per la piacevole e graditissima ospitalità.

 

Articoli correlati

Si è concluso da poco a New York il vertice sul clima organizzato all’ONU. Dopo una delle estati più drammatiche, ambientalmente parlando, degli ultimi anni, con incendi praticamente in tutte le grandi foreste del mondo (dalla Siberia all’Amazzonia, dall’Africa al Sud Est asiatico) e con gli effetti del riscaldamento globale che ormai si stanno palesando in modo macroscopico (si pensi allo scioglimento del ghiaccio artico e di quello della Groenlandia) si sperava che si potesse finalmente assistere ad un deciso cambio di marcia su queste tematiche da parte di una significativa parte dei governi. Almeno di quelli più importanti.

Apprendiamo sgomenti, dalla redazione del giornale online Versilia Today, di un'inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Lucca (P.M. Dott. Salvatore Giannino) in merito a presunti, gravissimi comportamenti delittuosi posti in essere da dodici guardie zoofile venatorie che operavano, sotto il nome di Accademia Kronos, all’interno della sezione aggregata territoriale di Lucca nell'area versiliese.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.