In questa sezione sono riportati tutti gli articoli pubblicati negli ultimi due mesi.

Cari amici, siamo prossimi al rinnovo del direttivo, al quale vi chiedo di essere presenti sia come potenziali eletti sia come elettori. In questi 3 anni, abbiamo vissuto momenti difficili. Quest’anno abbiamo affrontato una tremenda pandemia, che ha determinato moltissimi ammalati e tanti morti. Numerosissime persone lasciate sole, abbandonate al loro destino senza il conforto di un proprio caro. Così, ad un certo punto, i sanitari, in mancanza di mezzi e risorse, hanno fatto una scelta dolorosa e angosciante: chi salvare e chi lasciare andare.

Il Governo ha decretato la libera circolazione tra le regioni italiane, per cui, finalmente, anche noi possiamo sciogliere le riserve e indire per sabato 4 luglio la tanto attesa Assemblea Nazionale. L’incontro si terrà a Roma, nei pressi del Vaticano in una struttura religiosa dove sarà possibile anche dormire e pranzare.

L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) ha presentato la scorsa settimana la nuova piattaforma “Idrogeo”. Tale piattaforma rappresenta un valido strumento di comunicazione e diffusione delle informazioni sul dissesto idrogeologico in Italia in quanto permette la consultazione e la condivisione di dati, mappe, mappe nazionali di pericolosità, indicatori di pericolosità e dei documenti dell’Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia.

Troppe cose non quadrano, alcune associazioni molto conosciute e blasonate non parlano volentieri di cosa accade in Amazzonia, in Africa e a tutti i popoli indigeni di questo mondo. Sfruttati, sfrattati, fatti sparire.

Tra il 6 Febbraio e il 20 Marzo a Dashi (1), città della Cina sono stati identificati nel 6% di persone affette da CoViD-19 (n°149 campioni) delle eliminazioni del tratto genomico 23585-23599, corrispondente a una delezione (15 basi) a livello della proteina Spike, che avviene comunemente dopo passaggi attraverso cellule coltivate (Vero o VeroE6).

Cari soci e lettori è un momento difficile per tutta l’umanità e in particolare per il nostro Paese, un evento epocale di cui probabilmente scriveranno in futuro i libri di storia. A causa di ciò anche noi ne accusiamo il colpo, infatti il premio internazionale "Io faccio la mia parte", previsto per settembre prossimo, forse dovrà essere spostato al prossimo anno. La stessa assemblea nazionale che si sarebbe dovuta tenere alla fine di questo mese a Roma ancora non sappiamo quando sarà possibile farla...

Come ho puntualizzato nell’articolo precedente, risulta importante accedere ai risultati recenti dei più importanti centri di ricerca virologica nazionale e mondiale, al fine di evidenziare possibili modificazioni del genoma virale del SARS-CoV-2, che possano in qualche modo farci capire meglio la natura e la cinetica di trasformazione di tale virus.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.