Ricordate i film di fantascienza che narravano di attacchi alieni dallo spazio, dove alla fine tutti i popoli della Terra, in precedenza in contrasto tra di loro, si ritrovano uniti e d’accordo per combattere l’alieno cattivo? Ebbene questo è quello che in un certo senso sta accadendo oggi sul nostro pianeta, finalmente uniti nella solidarietà. Nella società umana due sono i comportamenti che dinanzi a certi eventi possono manifestarsi: il modo “inside” e il modo “outside”. Se non esistono minacce esterne, la comunità, visto com’è strutturato caratterialmente l’uomo, trova sempre motivi di contrasti e lotte al suo interno. Ad esempio, in Italia ricordiamo i forti scontri tra partiti prima dell’arrivo di questa pandemia. Se invece la minaccia è esterna alla comunità e di una certa entità, allora si abbandonano screzi e lotte interne e ci si trova uniti come unico popolo contro il potenziale nemico esterno.

Ebbene quello che sta accadendo oggi ci dimostra che in Italia, ma anche nel Mondo, siamo nella modalità “outside” , finalmente uniti. Sta di fatto che gran parte degli altri popoli della Terra solidarizza con noi: dal municipio di Sarajevo, fino alle pareti del Burj Khalifa: sono molte le città nel mondo che hanno proiettato la bandiera italiana nei loro luoghi simbolo, come omaggio al nostro Paese impegnato a fronteggiare l’emergenza Covid-19.

 

Articoli correlati

Cari amici, siamo prossimi al rinnovo del direttivo, al quale vi chiedo di essere presenti sia come potenziali eletti sia come elettori. In questi 3 anni, abbiamo vissuto momenti difficili. Quest’anno abbiamo affrontato una tremenda pandemia, che ha determinato moltissimi ammalati e tanti morti. Numerosissime persone lasciate sole, abbandonate al loro destino senza il conforto di un proprio caro. Così, ad un certo punto, i sanitari, in mancanza di mezzi e risorse, hanno fatto una scelta dolorosa e angosciante: chi salvare e chi lasciare andare.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.