Accademia Kronos, sebbene sia un’associazione ambientalista e non animalista, vede come punto di primaria importanza il rispetto della vita a tutti i livelli, pertanto, attraverso la voce del presidente Franco Floris, ha chiesto all’attuale Ministro dell’Ambiente (On.le Sergio Costa) di adoperarsi per proporre una normativa nazionale che vieti il sovra-sfruttamento degli animali da traino (come i cavalli delle Botticelle).

Di seguito la PEC inviata al Ministro:

Oggetto: normativa a tutela degli animali da traino (cavalli delle Botticelle)

On.le Ministro,
visti i recenti eventi e la presa di posizione di alcuni amministratori coscienziosi (vedasi il sindaco di Verona). Siamo a chiederLe di farsi promotore di una normativa che, a livello univoco e nazionale, vieti il sovra-sfruttamento degli animali da traino (nello specifico i cavalli delle Botticelle). Riteniamo che il rispetto della vita debba essere un diritto per tutti gli esseri viventi, pertanto, a nostro avviso, non è tollerabile che degli animali vengano sfruttati fino allo sfinimento e senza alcuna considerazione.

Sicuri della Sua sensibilità rimaniamo in attesa di un Suo cortese riscontro,
cordialmente,

Il presidente di Accademia Kronos
Franco Floris

Articoli correlati

E’ quella cinese una flotta per la pesca immensa con circa 160 mila unità tra paranze piccole, medie e barche d’altura e con decine di gigantesche navi fattoria, letteralmente fabbriche di cibo galleggianti che trasformano subito il pescato in confezioni da vendere nei mercati. Queste "brave persone ambientaliste" stanno arando nel vero senso della parola i fondali marini con reti che superano anche il Km di lunghezza.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.