Sabato 30 settembre 2017: svolta per Accademia Kronos

Sabato 30 settembre 2017: svolta per Accademia Kronos

Dopo quasi un ventennio di presidenza di Ennio La Malfa, sabato scorso nell’ambito dell’Assemblea Nazionale di Accademia Kronos a Roma, è nato un nuovo presidente: Franco Floris, già tra i fondatori di AK e uno dei padri della Area Marina Pelagos (meglio conosciuta come Santuario dei Cetacei).
E’ stato lo stesso Ennio La Malfa a voler chiudere la sua esperienza di presidente di AK e lasciare il posto a forze nuove piene d’entusiasmo e con grandi aspirazioni di rilancio dell’associazione.

Nel discorso di apertura dell’Assemblea il conduttore della mattinata, il vicepresidente Oliviero Sorbini, ha tracciato la storia di Accademia Kronos, che affonda le sue origini nel lontano 1968, quando era nata a Torino e si chiamava solo Kronos, poi diventato Kronos 1991 e infine Accademia Kronos (1997). Fatti, eventi, conquiste, delusioni, tutti in quasi mezzo secolo di partecipazione di persone che hanno dato molto di loro, con un disinteressato impegno nel tentativo (sogno) di cambiare il mondo in meglio. Molti di questi padri di Kronos purtroppo sono scomparsi negli ultimi anni a causa di malattie ed infortuni, tra questi Luigi Mitrani, Fabrizio Drago, Pasquale Casciello e ultimo lo scienziato e responsabile scientifico di AK Roberto Minervini.

Oliviero Sorbini ha chiarito il perché l’associazione ad un certo punto, dopo tanti successi, ha corso il rischio di “chiudere”: il motivo è stato l’intervento della Magistratura nei confronti di una direzione del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste, la stessa direzione che aveva dato il via all’operazione “Frutta nelle Scuole”, campagna in cui AK si era impegnata con tutte le proprie forze a portare avanti in centinaia di scuole italiane con decine di propri operatori. L’arresto del dirigente del ministero e di altri componenti, sempre del ministero, aveva di fatto bloccato la campagna nelle scuole e i relativi pagamenti. Accademia Kronos così si è vista annullata l’ultima fattura di circa € 80.000 dovuta per il servizio nelle scuole. Una catastrofe economica per l’associazione a cui in parte ha dovuto provvedere di tasca propria il presidente La Malfa. Un evento questo che, assommato alla profonda crisi del nostro Paese, aveva messo in ginocchio l’associazione.

AK, comunque, ha resistito grazie al sostegno finanziario di alcuni soci ed amici. Oggi, sempre secondo Sorbini, si sta uscendo dal tunnel e le prospettive per un nuovo Kronos sono immense, ma questo solo se ci sarà un direttivo più motivato e deciso dei precedenti.

Ennio La Malfa, a cui è stata passata la parola, ha ripreso la frase “stiamo uscendo dal tunnel” aggiungendo che oggi ci sono tutte le premesse. “Per primo” – ha detto - “è che il vecchio presidente si metta da parte per lasciare ad altre persone la guida della nuova AK. Ovviamente” – ha specificato La Malfa – “non sarà un addio, ma un ridimensionamento del mio ruolo sperando di essere ancora rieletto nel direttivo. E questo per offrire ancora un mio contributo al nuovo corso di Accademia Kronos“.

PROGRAMMI FUTURI

Molti i progetti e le idee per rilanciare Accademia Kronos, in particolare si è parlato di:
- Il rilancio degli iscritti attraverso una campagna nazionale specifica, da organizzare e gestire con il nuovo direttivo.
- Il nuovo e importante impegno con i Carabinieri Forestali, i quali ci hanno chiesto di condividere il controllo del territorio con le nostre guardie zoofile e ambientali.
- La campagna contro la plastica nel Mediterraneo.
- L’avvio della nuova professione green di Geniere della Protezione Ambientale.

Dagli interventi che hanno caratterizzato la mattinata è comunque prevalsa la volontà primaria di dare corpo e funzionalità all’associazione, di dotarla di un’efficiente segreteria organizzativa al momento gestita in maniera “volontaristica” a causa di mancanza di fondi. Quindi la prima fase del nuovo AK deve prevedere di colmare il problema delle risorse economiche, poiché necessarie a far funzionare tutto l’apparato. Dopo sarà più facile passare alla realizzazione dei vari progetti.

assemblea 30 settembre 01

Uno spaccato dell’assemblea

Prima dell’apertura dei seggi è stato spiegato che, a differenza del passato, come da nuovo statuto di AK, il nuovo direttivo sarà formato, invece che da 5 da 9 persone, di cui il 30%, come da norme UE, riservato alle quote rosa.
Subito dopo ha preso la parola l’attuale responsabile nazionale delle guardie zoofile e ambientali di AK, Alessandro Sebastiani, il quale ha reso nota la decisione dell’ultimo Direttivo Nazionale che ha nominato come nuovo Capo Nazionale di tutte le guardie di AK: Mario Minoliti (già responsabile di AK Salerno).

consegna targa

Durante la sosta pranzo i dirigenti di AK hanno consegnato al presidente uscente La Malfa una Targa ricordo per l’attività svolta negli anni a beneficio di Accademia Kronos e dell’ambiente. Il presidente commosso ha ringraziato i presenti alla cerimonia.


Al termine della sosta pranzo, concluso lo spoglio delle schede elettorali, Gabriele La Malfa, responsabile della commissione elettorale, ha letto i risultati per la composizione del nuovo Direttivo Nazionale di AK. In ordine alfabetico:

De Nuccio Agata ( AK Verona )
Dettori Carlo ( AK Sardegna )
Floris Franco ( AK Liguria )
La Malfa Ennio ( presidente dimissionario )
Marchi Manuela ( AK Spoleto )
Pierangelini Francesco ( AK Roma )
Sassi Pierluigi ( Presidente di Earth Day Italia)
Sorbini Oliviero ( già vicepresidente )
Stefanini Simonetta ( AK Firenze )

nuovo direttivo

Da sinistra a destra: Simonetta, Manuela, Oliviero. Ennio, Franco, Francesco, Agata e Pierluigi.

Subito dopo la definizione del nuovo direttivo, lo stesso si è riunito e ha votato all’unanimità Franco Floris (presidente), Oliviero Sorbini (vicepresidente) e Ennio La Malfa (segretario).

I non eletti nel nuovo Direttivo potranno far parte del Comitato dei “Saggi”, un organo consultivo che potrà affiancare il Direttivo in tutti i suoi lavori.

La Malfa per il disbrigo di pratiche in atto farà ancora la funzione di presidente fino al prossimo Direttivo Ufficiale, previsto per il 10 di questo mese sempre a Roma.

Rispondi