Scompare la data di scadenza dalle bottiglie dell’olio

Scompare la data di scadenza dalle bottiglie dell’olio

a cura del Prof. Luigi Campanella

La data di scadenza scompare dalle bottiglie dell’olio. La Camera ha infatti dato il via libera alla norma che recepisce la legge europea 2015-2016 che riguarda, tra le altre cose, anche la qualità e la trasparenza della filiera degli olii vergini d’oliva.

In questo modo, sottolineano con preoccupazione le associazioni dei consumatori, si facilita la vendita dell’extravergine vecchio, ossia con un termine minimo di conservazione superiore agli attuali 18 mesi dall’imbottigliamento previsti dall’articolo 7 della legge “Salva olio”, assai più rigida rispetto alla legislazione comunitaria, ma più favorevole alla tutela della qualità dell’olio.
Resta comunque in piedi l’impianto normativo della legge “Salva olio” con la validità probatoria del panel test che ha permesso di correggere a favore del consumatore alcuni interventi di maquillage alimentare, come validi restano i controlli e le attività investigative a supporto della tutela dell’olio made in Italy.

L’eliminazione dell’obbligo di indicare in etichetta la data dell’imbottigliamento se da un lato si può pensare ad una poca attenzione del diritto di informazione del consumatore, dall’altra chiama ad una maggiore responsabilità gli operatori del settore che comunque non potranno esimersi dai controlli.

lattina-olio-extra-vergine-biologico-estratto-a-freddo

Rispondi