Scoperto il tempio di Zoroastro che potrebbe riscrivere la storia delle religioni

Scoperto il tempio di Zoroastro che potrebbe riscrivere la storia delle religioni

a cura di Marta Frigerio (fonte: RivistaNatura.com)

Le antiche rovine di un tempio risalente al V secolo avanti Cristo potrebbero riscrivere la storia delle religioni in Medio Oriente. Nel villaggio di Toklucak, nella regione della Turchia settentrionale di Amasya, un’equipe di archeologi turchi ha scoperto quelle che parrebbero essere le rovine di un tempio del fuoco, luogo di culto della religione zoroastriana.

Il più antico ritrovamento mai fatto

La scoperta ha un grande valore archeologico dal momento che è il più antico ritrovamento di un tempio del fuoco e, inoltre, prova la diffusione del credo zoroastriano al di fuori di quelli che erano ritenuti esserne i confini. “Con questa scoperta sappiamo che anche in Anatolia erano diffusi culti legati al fuoco – ha detto Şevket Dönmez, archeologo dell’Università di Instanbul -. Questa scoperta traccia nuovi scenari nella storia delle religioni precristiane. Crediamo che questa costruzione religiosa risalga alle prime fasi della religione zoroastriana“.

Il culto di Zoroastro

Lo Zoroastrismo è la religione che si basa sul culto degli insegnamenti del profeta Zoroastro, vissuto nella regione dell’attuale Iran tra il IX-XVIII secolo a.C., e raccolti nel testo sacro dell’Avesta. Considerata una delle prime dottrine monoteiste della storia, un tempo questa era la religione più diffusa dell’Asia Centrale, in parte, si dice, assorbita dal Cristianesimo (Non a caso Zarathustra o Zoroastro è nato il 25 dicembre, oltre 600 anni prima di Cristo). Attualmente, si stima che siano circa 190 mila i seguaci di questa fede.

faravahar

Il faravahar, uno dei simboli più noti dello zoroastrismo

Rispondi