Giovedì 20 gennaio a Roma a piazza Barberini si sono incontrati, in una manifestazione pacifica, i presidenti delle principali associazioni ambientaliste italiane. Lo scopo era rendere pubblica alla stampa la lettera che ogni associazione ha condiviso e inviato al presidente USA Donald Trump. Il contenuto di tutte le lettere era quello di ricordare a Trump che se ha a cuore la vita e la salute degli americani, e non solo, deve rivedere profondamente quanto affermato nella sua campagna elettorale e cioè: l’uscita dall’accordo di Parigi sul clima, il ridimensionamento delle politiche sul risparmio energetico e sull’uso delle rinnovabili a favore invece dei combustibili fossili.

La lettera/appello a Trump è stata sottoscritta, oltre che dalle organizzazioni ambientaliste, da intellettuali, scienziati e politici. Dopo che ogni responsabile delle associazioni ambientaliste presenti ha spiegato il perché della adesione all’iniziativa, si è proceduto alla scelta della delegazione incaricata di recarsi presso la vicina ambasciata USA per consegnare il documento. Al termine della manifestazione tutti i presenti si sono recati ad imbucare le lettere alle cassette delle poste site nella storica piazza Barberini, generando, ma solo per qualche minuto, il blocco del traffico veicolare.

L’Iniziativa non si è esaurita con la manifestazione, ma prosegue attivamente… al seguente sito è possibile sottoscrivere la relativa petizione… “Surprise Us, President Trump!”

DSCN2032

I manifestanti con alle spalle la Fontana del Tritone di Piazza Barberini.

DSCN2082

Nella foto la Senatrice Pellegrino mentre imbuca la lettera per Trump.

Articoli correlati

Davi ha oggi 67 anni è nato in Brasile in un villaggio alle sorgenti del Rio Tootobi, nello stato di Amazonas. Fu soprannominato "Kopenawa", un tipo di vespa amazzonica, per il suo coraggio e la sua perspicacia. A causa delle epidemie che si diffusero tra la tribù nel 1959 e nel 1967, la comunità di Davi fu decimata ed entrambi i suoi genitori morirono.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.