In un momento in cui nel Mondo ci si mobilità per il risparmio dell’acqua, in Italia agricoltori ecologicamente insensibili sprecano in estate inutilmente quantità d’acqua impressionanti per irrigare i loro campi. E’ chiaro che senza acqua le piante muoiono, ma questo non giustifica l’irresponsabile spreco d’acqua nei momenti del giorno più caldo.

Per contenere il riscaldamento globale entro la soglia dei 2°C entro il 2100, le emissioni di gas serra del settore agricolo (C02 esclusa) dovranno essere ridotte di una gigatonnellata all’anno a partire dal 2030. La stima è stata effettuata dai ricercatori dell’Università del Vermont, che lanciano l’allarme sul rischio di fallimento dell’accordo sul clima siglato alla COP21 di Parigi.

c'è in atto una guerra [...] e in questo momento stiamo mettendo nelle mani di chi sta controllando la guerra al vivente il futuro dell'umanità. Attraverso rapporti commerciali si rinuncia alla sovranità degli Stati, a favore di una nuova sovranità delle multinazionali, che sono quelle che hanno iniziato la guerra al vivente, e noi stiamo creando delle condizioni per il futuro veramente pessime.