Le cause, come abbiamo più volte trattato, vanno imputate soprattutto all’aumento dei gas serra in atmosfera, dai 280 ppm di CO2 all’inizio dell’era industrializzata, oggi siamo arrivati a circa 408 ppm. Una concentrazione impressionante che determina su tutto il globo ripercussioni meteoclimatiche rilevanti. Ciò è anche la causa della situazione climatica anomala di questa estate che ha determinato punte di caldo record in Italia, ma anche in Spagna e in Grecia.

I cambiamenti climatici stanno pesando sugli Stati Uniti, le temperature sono in aumento ed è tutta colpa dell'uomo. Così gli scienziati di 13 agenzie federali americane, come riportato sul New York Times (che ne ha ottenuto una copia riservata e fatta trapelare per paura che gli scienziati vengano messi a tacere), si stanno schierando contro il Presidente Trump che da sempre nega gli effetti del riscaldamento globale sulla Terra.

Il presidente americano Donald Trump ha annunciato ufficialmente il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi sul clima. "Gli Stati Uniti cominceranno a negoziare un nuovo accordo sul clima", ha detto Trump. "Vogliamo un accordo che sia giusto. Se ci riusciremo benissimo, altrimenti pazienza", ha aggiunto. "Gli USA non onoreranno più le parti non vincolanti dell'accordo di Parigi a partire da oggi".