Fonte: Rinnovabili.it Un decennio di siccità prolungata e temperature eccezionalmente sopra la media stagionale sono le cause dei roghi devastanti che stanno mettendo in ginocchio il Cile da settimane. Nel paese andino, una delle aree del pianeta dove gli effetti dei cambiamenti climatici sono più evidenti e pericolosi, sono già andati in fumo 190mila ettari di boschi e foreste, una superficie grande 10 volte la città di Milano.

Il nome comune dell’Euspinolia militaris, formica panda, deriva dalla sua somiglianza nella forma con una formica e nei colori con un panda. In realtà questo insetto non è né una formica né, tantomeno, un panda, ma un imenottero vespoideo della famiglia dei Mutillidi (Mutillidae).