Negli anni ’50 nel parco nazionale del Circeo furono introdotte alcune coppie di daini. Per diversi anni, dopo essere diventati anche molto numerosi, hanno vissuto protetti in ampi recinti. Poi qualche daino, più sveglio ed intelligente degli altri, capì come fuggire dal recinto e finalmente vagare libero nella foresta del parco.