L’allarme viene da Stephen Hawking, che proprio grazie a una nuova macchina parlerà e scriverà molto più in fretta. Se non è l'uomo più intelligente della terra, poco ci manca: da ragazzo gli scoprirono lo stesso quoziente di intelligenza di Einstein.