Tutto iniziò alcuni anni fa quando la NASA inviò in orbita alcuni campioni di licheni. Si pensava allora che i raggi cosmici li avrebbero distrutti, ma non fu così: resistettero per oltre due settimane.