Già diversi anni fa, in una ricerca attenta sulla questione dell’energia eolica in Italia, Accademia Kronos faceva notare, basandosi su un rigoroso studio dell’ENEA, che il nostro Paese, escludendo alcune specifiche aree geografiche, non aveva venti costanti tali da giustificare lo "scempio" del paesaggio naturale.